rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
APERTURE STRAORDINARIE

In 800 (solo domenica) a Santa Maria in Gradi e a San Carlo per le Giornate Fai di primavera

Il bilancio della delegazione del Fondo ambiente italiano di Viterbo: "Il numero dei visitatori è andato oltre ogni nostra aspettativa"

Successo il 23 e il 24 marzo per le Giornate Fai di primavera che hanno visto le aperture straordinarie delle sedi dell'Unitus di Santa Maria in Gradi e di San Carlo. L'evento, organizzato con la delegazione Fai di Viterbo, ha visto una grande partecipazione di pubblico, proveniente da tutta la provincia di Viterbo ma anche da Roma, che nella sola domenica ha superato le 800 presenze.

"Desideriamo ringraziare l'Unitus per aver reso possibile questa iniziativa – sottolineano dalla delegazione Fai di Viterbo -. Il numero dei visitatori è andato oltre ogni nostra aspettativa. I complessi di Santa Maria in Gradi e di San Carlo sono luoghi meravigliosi che ancora oggi, a distanza di secoli, costituiscono per la città dei papi un punto di riferimento culturale e sociale".

Giornate Fai di primavera all'Unitus-2

Nel ruolo dei "narratori" gli studenti dei corsi di Beni culturali dell'Università della Tuscia che hanno condotto i visitatori attraverso gli storici ambienti di Santa Maria in Gradi, senza tralasciare il polo bibliotecario e le celle del vecchio carcere, come pure lo spazio espositivo del sistema museale di ateneo, e il complesso del San Carlo, tra l'antica chiesa oggi aula magna e gli splendidi giardini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In 800 (solo domenica) a Santa Maria in Gradi e a San Carlo per le Giornate Fai di primavera

ViterboToday è in caricamento