rotate-mobile
Cura della persona

Brufoli: come combattere le imperfezioni della pelle

Ecco alcuni consigli per risolvere un problema diffuso tra i più giovani e non solo

Sono tra gli inestetismi più fastidiosi di sempre e, come noto, non riguardano solo adolescenti e giovanissimi. I brufoli, spesso, possono protrarsi fino all'età adulta, comparendo sia sul viso che sul corpo. L'età in cui compaiono va dai 13 ai 20 anni, ma la loro manifestazione può protrarsi fino verso i 30 anni.

I brufoli si schiacciano?

Perché si dice che non bisogna schiacciare i brufoli? Perché loro stessi ne generano altri, attraverso i batteri. Quando si schiaccia il brufolo, i batteri si spargono sulla superficie circostante dando origine ad altri brufoli. Inoltre schiacciandoli danno luogo a segni e cicatrici molto difficili da eliminare. Altra regola d'oro: lavarsi sempre le mani prima di toccarsi il viso ed evitare, in caso di brufoli, frangette o capelli sul viso.

Cosa non fare

  • spremere/schiacciare i brufoli;
  • usare detergenti aggressivi con cui si otterrà una maggiore produzione di sebo;
  • strofinare il viso con l'asciugamano irritandolo;
  • toccarsi il viso con le mani sporche;
  • esporsi al sole con acne in stadio infiammato;
  • truccarsi;
  • nutrirsi quasi solo di junk food.

Cosa fare

  • bere molta acqua e mangiare cibi depuranti;
  • usare prodotti specifici;
  • dedicare il giusto tempo al proprio viso;
  • dormire bene e riservarsi dei momenti anti stress durante il giorno;
  • rivolgersi ad un dermatologo.

Rimedi naturali

Per prima cosa la pulizia del viso che è fondamentale, occorre usare:

  • un detergente delicato;
  • uno scrub viso delicato (nei momenti in cui la pelle non è particolarmente acneica e non è infiammata), a base di limone, miele e bicarbonato. Lo si massaggia su tutto il viso e si risciacqua;
  • una maschera per purificare la pelle, che può essere a base di argilla ventilata oppure fai da te a base di yogurt bianco, miele, albume e limone, con l'aggiunta di polpa di cetriolo o mela (leggi: maschere fai da te contro i brufoli);
  • un tonico che abbia un effetto astringente, lo si può preparare mettendo a bollire per 20 minuti dei rametti di rosmarino. Una volta che è freddo lo si travasa e lo si usa picchiettandolo sul viso con dell'ovatta. Ottima anche l'acqua di rose, il tè verde, l'aceto di mele ed il succo di limone. Se si preferisce un tonico schiarente, si mette a bollire del prezzemolo, lo si lascia in infusione per un quarto d'ora dopo l'ebollizione e si adopera una volta che è freddo;
  • una crema apposita per pelli acneiche che può essere a base di bardana, ad esempio, un'ottima pianta depurante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brufoli: come combattere le imperfezioni della pelle

ViterboToday è in caricamento