rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Utenze

Acqua, luce e gas: come fare l'autolettura dei contatori

Un procedimento semplice che permette di ricevere bollette calcolate sui consumi reali e non sulle stime degli anni precedenti

Una procedura semplice ma, allo stesso tempo, utilissima per ricevere conti in bolletta calcolati sui consumi reali e non presunti sulla base di quelli dell'anno precedente. L’autolettura dei contatori di acqua, gas e luce è una pratica molto efficace che può essere effettuata in totale autonomia.

Come effettuare l’autolettura

L’autolettura si esegue comunicando al proprio gestore di utenze il dato numerico (solo le cifre prima della virgola) indicato dal contatore. Si fa preferibilmente nel periodo indicato in bolletta e può essere comunicata all’azienda in diversi modi, solitamente segnalati all'interno delle bollette.

I vari fornitori di acqua, luce e gas tendenzialmente indicano ai propri clienti le seguenti possibilità per la comunicazione dell'autolettura:

  • telefonare al Servizio Clienti del fornitore (il numero di riferimento si trova in bolletta);
  • inviare un sms al numero di riferimento che si trova in bolletta.

Talete spa, gestore del servizio idrico nella provincia di Viterbo, nel proprio portale internet spiega come leggere correttamente i dati del contatore e come comunicarli. 

Autolettura contatori acqua: come fare

Come viene calcolata la bolletta

Se non si esegue l’autolettura nel periodo indicato nelle bollette, queste ultime dovrebbero essere aggiustate automaticamente in occasione dei conguagli. Le norme del settore prevedono, per esempio per i clienti con consumi fra i 500 e 5000 m3/annui (la maggior parte dei clienti che usano il gas per riscaldamento), ogni anno l’emissione di almeno sei bollette bimestrali e due letture del contatore da parte di operatori incaricati. Per le bollette emesse nei periodi intermedi fra le due letture i consumi vengono calcolati in acconto sulla base dei consumi annui storici del cliente spalmati secondo una distribuzione mensile dipendente dalla tipologia di consumo e definita dall’autorità di settore. Alla lettura successiva da parte di un operatore viene eseguito un conguaglio dei consumi fatturati per allinearli a quelli reali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua, luce e gas: come fare l'autolettura dei contatori

ViterboToday è in caricamento