rotate-mobile
STALKING

Esce dopo due anni di carcere e stalkera la ex: arresti domiciliari e braccialetto elettronico per un 50enne

L'uomo era stato condannato a pena detentiva a causa delle ripetute minacce, appostamenti e danneggiamenti messi in atto dopo la fine della loro relazione

Arrestato per stalking nei confronti della ex compagna. Un uomo di 50 anni è stato arrestato dai carabinieri a seguito dell'ulteriore denuncia della vittima. Il GIP di Viterbo ne ha disposto gli arresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico.

L'uomo era appena uscito dal carcere

La misura è scaturita dopo l’ulteriore denuncia, per atti persecutori sporta dall’ex compagna, reato per il quale era già stato condannato a pena detentiva a causa delle ripetute minacce, appostamenti e danneggiamenti posti in essere dopo la fine della loro relazione. Un’ossessione per la donna, che lo ha denunciato per atti persecutori e molestie. Uscito dal carcere dopo più di due anni, senza mostrare alcun cambiamento, ha ripreso a perseguitarla come sempre, postando perfino dei video sui social nei quali, con toni minacciosi, si rivolgeva all’ex e in spregio delle forze dell’ordine, la intimoriva, manifestando apertamente di non averne alcun timore, nonostante avesse già scontato la sua pena. La donna ha denunciato nuovamente tutto ai carabinieri che su ordinanza del giudice lo hanno arrestato. 

PRESUNZIONE DI INNOCENZA
Il soggetto indagato è persona nei cui confronti vengono fatte indagini durante lo svolgimento dell’azione penale; nel sistema penale italiano la presunzione di innocenza, art 27 Costituzione, è tale fino al terzo grado di giudizio e la persona indagata non è considerata colpevole fino alla condanna definitiva

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esce dopo due anni di carcere e stalkera la ex: arresti domiciliari e braccialetto elettronico per un 50enne

ViterboToday è in caricamento