rotate-mobile
Cronaca

LAZIO | Sequestro da 110mila euro alla Pamela di "Come un gatto in tangenziale": "Dichiara basso reddito ma ha auto e polizze vita"

L'attrice Alessandra Giudicessa, già finita nei guai per furto e ricettazione, è ritenuta "socialmente pericolosa"

Guai per Alessandra Giudicessa, l'attrice che ha interpretato Pamela, la taccheggiatrice nel film "Come un gatto in tangenziale", a fianco della sorella Valentina, che recitava nei panni di Sue Ellen.

Sequestrati beni per 110mila euro

Nei confronti dell'attrice romana è stato disposto il sequestro, finalizzato alla confisca, di beni aventi un valore di oltre 110mila euro. Dalle indagini sarebbero emersi beni nella disponibilità dell'attrice e del marito in misura "del tutto sproporzionata rispetto agli esigui redditi dichiarati dall'intero nucleo familiare". Si tratterebbe di due polizze vita dal valore di circa 80mila euro e di due auto acquistate tra il 2018 e il 2019 dal valore di circa 35mila euro.

I precedenti

La misura è stata irrogata in ragione della "pericolosità sociale" accertata in capo ad Alessandra Giudicessa per il periodo dal 2011 al 2018 e derivante dal coinvolgimento in varie vicende giudiziarie - in alcuni casi anche con sentenza definitiva - per i reati di furto con destrezza, truffa, utilizzo e falsificazione di strumenti di pagamento. Nel 2019 l'attrice è stata raggiunta dalla misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, poi revocata nel 2021 per il venir meno dell'attualità della "pericolosità sociale".

L'ultima denuncia

Tuttavia dagli ulteriori accertamenti degli investigatori è emersa una nuova denuncia effettuata nel 2022 a carico dell’attrice e del marito per un’ipotesi di ricettazione, per cui vicenda il pubblico ministero ha già emesso l’avviso di conclusione delle indagini.

Leggi la notizia completa su RomaToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LAZIO | Sequestro da 110mila euro alla Pamela di "Come un gatto in tangenziale": "Dichiara basso reddito ma ha auto e polizze vita"

ViterboToday è in caricamento