rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
L'INDAGINE

Guadagna 3mila euro al mese con i filmini hard della fidanzata online, arrestato per sfruttamento della prostituzione

Ragazzo di 30 anni in carcere anche per stalking ed estorsione: ha preteso di continuare a guadagnare con i video anche dopo la separazione

Pretende di continuare a guadagnare con i filmini hard che la ex mette online. Al suo "no" iniziano minacce, violenza verbale e stalking. Un 30enne italiano è stato arrestato per sfruttamento della prostituzione, estorsione e atti persecutori. I carabinieri del comando provinciale di Viterbo lo hanno portato in carcere dopo avergli notificato l'ordinanza di custodia cautelare.

La lite e l'inizio delle indagini

Le indagini, coordinate dalla procura, scattano a febbraio dopo un intervento di routine delle pattuglie dell'Arma. La donna aveva contattato i militari dopo una violenta lite con l'ex fidanzato, con cui si era da poco lasciata, che si sarebbe presentato sotto casa sua con fare molesto. Il 30enne, però, era riuscito a nascondersi prima dell'arrivo dei carabinieri, che poi lo hanno individuato e identificato in un secondo intervento. L'uomo, infatti, si era ripresentato nei pressi dell'abitazione della ex che aveva nuovamente chiamato il 112.

Filmini hard online

Dagli accertamenti è emerso che la donna metteva dei suoi filmini hard su alcune piattaforme per adulti. Per realizzare e diffondere questi video sessualmente espliciti, si sarebbe fatta aiutare dal compagno 30enne fino alla separazione. L'uomo sarebbe stato, in particolare, il chatter, ossia colui che interagisce con i clienti della piattaforma contattandoli e mostrando loro il prezziario per le varie performance. Durante gli approfondimenti, però, gli investigatori scoprono che il 30enne, nel chattare con i clienti e promuovere le offerte online, avrebbe simulato di essere la donna stessa, di fatto adescandoli.

Estorsioni e minacce

Terminata la relazione, l'uomo avrebbe preteso di continuare a collaborare nell'attività social della ex, da cui avrebbe percepito il 40% degli introiti. In cifre, tra i 500 e gli 800 euro a settimana, fino a raggiungere una media di 3mila euro netti al mese. Un'attività redditizia, da cui il 30enne avrebbe preteso di non essere escluso iniziando a manifestare comportamenti caratterizzati da estrema violenza verbale e arrivando a minacciare ripetutamente la donna. Inoltre, avrebbe preteso ben 32mila euro come risarcimento per l'interruzione della "collaborazione".

L'arresto

Dalle indagini sarebbero, dunque, emerse minacce estorsive alla ragazza ripetute e per un lungo periodo di tempo, oltre a comportamenti persecutori. Per questo l'autorità giudiziaria ha subito emesso l'ordinanza di arresto in carcere nei confronti del 30enne, immediatamente eseguita dai carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guadagna 3mila euro al mese con i filmini hard della fidanzata online, arrestato per sfruttamento della prostituzione

ViterboToday è in caricamento