rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
LA CITTÀ CHE CAMBIA

Viterbo vuole diventare un città inclusiva e senza barriere architettoniche

Il Comune mette mano al piano per l'eliminazione delle barriere architettoniche. Coinvolte le associazioni di rappresentanza delle persone con disabilità

Viterbo punta a diventare una città inclusiva. Una città medievale le suggestive antiche strade e i monumenti storici narrano secoli di storia e cultura. Tuttavia, dietro il fascino delle sue piazze e vicoli si cela una realtà meno idilliaca: le barriere architettoniche che ostacolano l'accessibilità e l'inclusione delle persone con disabilità.

Il piano per l'eliminazione delle barriere architettoniche

L'amministrazione comunala ha approvato la delibera di indirizzo per garantire un ambiente urbano più inclusivo e accessibile per tutti i cittadini. Il processo di aggiornamento del piano per l'eliminazione delle barriere architettoniche sarà attuato coinvolgendo attivamente le associazioni di rappresentanza delle persone con disabilità. La loro partecipazione sarà indispensabile affinché le decisioni adottate riflettano le esigenze e le prospettive di coloro che vivono con disabilità. Riconoscendo l'importanza cruciale di un ambiente accessibile per garantire la piena partecipazione di tutte le persone, l'obiettivo primario è rendere gli spazi ed edifici pubblici più accessibili a tutti i cittadini. Questo sforzo non solo migliorerà la qualità di vita delle persone con disabilità, ma promuoverà l'integrazione sociale, la sicurezza e la mobilità per l'intera comunità. Sarà l'assessore Emanuele Aronne a seguire l'iter.

Perchè rimuovere le barriere architettoniche

Le barriere architettoniche sono ostacoli fisici o ambientali che limitano la libertà di movimento e l'accesso agli edifici pubblici e privati, alle strade e ai servizi per le persone con disabilità. Queste barriere non solo compromettono la qualità della vita di coloro che le affrontano quotidianamente, ma anche violano i loro diritti fondamentali all'uguaglianza e alla partecipazione sociale. Nel centro storico della città di Viterbo, le barriere architettoniche sono una sfida diffusa e complessa che riguarda una vasta gamma di aspetti urbani e infrastrutturali. Molti edifici storici, tra cui chiese, palazzi e musei, non sono dotati di rampe o ascensori, rendendo difficile, se non addirittura impossibile, l'accesso alle persone con mobilità ridotta o disabilità. Un ambiente urbano accessibile e inclusivo non solo migliora la qualità della vita delle persone con disabilità, ma arricchisce anche la vita di tutti i cittadini, promuovendo la diversità come un valore, oltre a promuovere la partecipazione e la coesione sociale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viterbo vuole diventare un città inclusiva e senza barriere architettoniche

ViterboToday è in caricamento