rotate-mobile
Cronaca

Calcio in faccia all'allenatore della squadra avversaria, Daspo a un giocatore 20enne: per 2 anni lontano dagli stadi

Il violento episodio al termine della partita Tuscia United e Asd Blera

Attera l'allenatore della squadra avversaria e lo colpisce con un calcio in faccia, Daspo per un giocatore 20enne: per i prossimi due anni dovrà restare lontano dagli stadi.

La misura di prevenzione del Divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive è stata adottata dal questore di Viterbo Fausto Vinci al termine degli approfondimenti dei carabinieri della stazione di Blera.

Il grave episodio di violenza risale al 25 novembre, al termine dell'incontro di calcio valevole per il campionato provinciale di terza categoria disputato tra le compagini "Asd Tuscia United" e "Asd Blera", ed è avvenuto all'esterno del campo sportivo.

Stando a quanto ricostruito, il giovane, italiano e calciatore di una delle due squadre, dopo essersi avvicinato all'allenatore della squadra avversaria lo avrebbe prima spinto a terra per poi colpirlo in faccia con un violento calcio. 

Al termine dell'istruttoria curata dalla divisione Polizia anticrimine della questura, finalizzata a contrastare il fenomeno della violenza in occasione delle manifestazioni sportive, il ragazzo è stato sottoposto al Daspo. Il provvedimento gli vieta di accedere ai luoghi dove si svolge qualunque tipo di evento sportivo per un periodo di due anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio in faccia all'allenatore della squadra avversaria, Daspo a un giocatore 20enne: per 2 anni lontano dagli stadi

ViterboToday è in caricamento