rotate-mobile
Cronaca

"Ascolto, accoglienza e sacrificio: il calendario storico dell'Arma 2024 racconta l'essenza del carabiniere" | FOTO

Il comandante provinciale Massimo Friano durante la presentazione della 91esima edizione dell'opera

"Il calendario storico dell'Arma 2024 racconta ciò che un carabiniere fa ogni giorno: dovere, sacrificio, vicinanza alla popolazione, accoglienza e ascolto dei timori e dei bisogni della collettività". Il comandante provinciale dei carabinieri, Massimo Friano, nel presentare nella Tuscia l'edizione 2024 del calendario storico dell'Arma dalla caserma di via De Lellis.

Presentazione del calendario storico Arma 2024-2

Il colonnello non ha nascosto di aver "provato, come sempre, una certa emozione nel sfogliarlo la prima volta". Nella provincia di Viterbo la prima copia è stata donata al prefetto Antonio Cananà durante il comitato per l'ordine e la sicurezza che, questa mattina, ha presieduto per l'ultima volta prima di lasciare il territorio.

Durante la presentazione del calendario, Friano non ha mancato di evidenziare il lavoro che viene fatto dalle stazione dei carabinieri. Nella Tuscia ce ne sono ben 56, su un totale di 60 comuni. "Sono anche nei borghi più piccoli e sono la vera grande ricchezza dell'Arma. Le prime a mettersi all'ascolto dei bisogni e timori dei cittadini e sempre pronti a rispondere alla domanda, qualunque essa sia".

Calendario storico dell'Arma

Calendario storico dell'Arma 2024 da sfogliare

Il calendario 2024 è dedicato al tema "I carabinieri e le comunità". In particolare alla figura del militare come punto di riferimento e presenza costante accanto alla cittadinanza: dai momenti storici per il paese a quelli di vita quotidiana. Il fil rouge dei 12 mesi è ciò che da sempre caratterizza l'operato dell'Arma: vicinanza, capacità di contatto e di ascolto e le attenzioni ai bisogni delle persone.

Le storie, descritte dalla penna di Massimo Gramellini e illustrate a matita dalla Pininfarina, narrano alcune delle gesta più eroiche e altre appartenenti alla vita di tutti i giorni. Dodici storie unite dalla capacità di ascolto e di vicinanza dell'Arma, filo conduttore che attraversa l'intera narrazione del calendario.

Il calendario, pubblicato per la prima volta nel 1928, è giunto alla 91esima edizione e a una tiratura di un milione e 200mila copie, raccontando e continuando a raccontare la storia d'Italia.

Agenda dell'Arma

Presentazione del calendario storico Arma 2024-4

Pubblicata anche l'edizione 2024 dell'agenda, illustrata attraverso quattro racconti. Storie di fantasia ma ispirate alla realtà e capaci di tratteggiare la vera anima del carabiniere, esaltando il messaggio del servizio a favore della cittadinanza e della fiera consapevolezza di adempiere a un ruolo sociale indispensabile.

Calendario da tavolo dell'Arma

Il calendario da tavolo dell'Arma da sfogliare

Il calendario da tavolo è dedicato anche quest'anno ai "Carabinieri nei borghi più belli d'Italia". Il tema celebra il concetto della prossimità della Benemerita al cittadino e la sua presenza capillare sul territorio, permeata anche in quei centri abitati soltanto da poche migliaia di anime che individuano nella stazione dei carabinieri un sicuro punto di riferimento.

Planning da tavolo dell'Arma

Planning da tavolo dell'Arma 2024 da sfogliare

Anche il planning da tavolo è incentrato sul tema del controllo del territorio. È organizzato con una pagina calendario all'inizio di ogni mese affiancata da un'immagine raffigurante le attività svolte dai reparti delle varie specialità dell'Arma: cinofili, sciatori ed elicotteristi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ascolto, accoglienza e sacrificio: il calendario storico dell'Arma 2024 racconta l'essenza del carabiniere" | FOTO

ViterboToday è in caricamento