rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Via Bussi

Giallo sulla morte di Ruslan Donca, i coinquilini: "Si è chiuso in bagno e accoltellato a gola e addome" | FOTO

Le tre persone che vivevano con il 44enne in un'abitazione del centro ascoltate dalla polizia che sta passando al vaglio il loro racconto: nessuna pista esclusa

Morto dopo coltellate in un'abitazione in centro, i coinquilini di Ruslan Donca, il 44enne che ha perso la vita dopo un disperato ricovero a Belcolle, ai poliziotti che stanno indagando sul caso hanno raccontato: "Si è chiuso in bagno e si è accoltellato". Sul corpo dell'uomo, trovato in fin di vita in un'abitazione di via Bussi, tra corso Italia e via Mazzini, ci sarebbero state due ferite: una alla gola e l'altra all'addome.

Sia il 44enne che i tre coinquilini sono di origini moldave e vivono a Viterbo. Ovviamente la loro ricostruzione è al vaglio degli investigatori che stanno conducendo le indagini, coordinate dalla procura, senza escludere alcune pista, tra cui pure quella del gesto estremo così come qualla dell'omicidio.

FOTOCRONACA | Morto dopo coltellate

L'allarme è stato lanciato nel tardo pomeriggio di ieri, martedì 2 gennaio, quando il 44enne è stato soccorso dal personale sanitario che lo ha portato d'urgenza in ospedale dove è stato ricoverato in rianimazione. Le sue condizioni erano disperate e i medici nulla hanno potuto per salvargli la vita: è morto nella notte.

Sul posto, oltre ad ambulanza e automedica, sono intervenute le volanti della polizia, che sarebbero entrate in azione in due tempi a stretto giro: prima per una lite in corso Italia, poi per le coltellate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giallo sulla morte di Ruslan Donca, i coinquilini: "Si è chiuso in bagno e accoltellato a gola e addome" | FOTO

ViterboToday è in caricamento