rotate-mobile
Martedì, 20 Febbraio 2024
Cronaca

Sicurezza, prendono vita i gruppi di controllo del vicinato: "I cittadini sentinelle contro la criminalità"

Nominati i referenti dei comitati per San Faustino - Sacrario, via dell'Orologio vecchio e viale Trento. Il commento della sindaca Chiara Frontini

Nascono tre gruppi di controllo del vicinato nelle zone più "calde" della città. "Sono uno strumento di sicurezza urbana partecipata", afferma la sindaca di Viterbo Chiara Frontini. Ieri, lunedì 5 giugno, sono stati nominati ufficialmente i referenti dei comitati per San Faustino - Sacrario, via dell'Orologio vecchio e viale Trento. Sono, rispettivamente, Michele Ranucci, Monia Mustica e Massimo d'Alessio. 

Coordineranno i gruppi di cittadini che, dopo un periodo di formazione minima, svolgeranno attività di osservazione e segnalazione qualificate su reati quali furti e spaccio, ad esempio. Non si tratta di ronde, quindi. I referenti, inoltre, avranno contatti diretti con le forze dell'ordine e le istituzioni.

"La cittadinanza attiva - commenta Frontini - ha un ruolo fondamentale come strumento di prevenzione della microcriminalità e del degrado che sono alla base del senso di insicurezza dei cittadini. Se il meccanismo del controllo di vicinato funzionerà, agli occhi degli operatori di polizia e a quelli virtuali dei sistemi di videosorveglianza si aggiungeranno, nel controllo del territorio, gli occhi dei cittadini. È fondamentale - conclude la sindaca - che i cittadini collaborino nel monitoraggio dei quartieri target del progetto".

Il controllo di vicinato nasce il 23 febbraio scorso con la sottoscrizione del protocollo, nella sala Coronas della prefettura, tra la prima cittadina Frontini e il prefetto Antonio Cananà. Oltre ai comitati già citati ne è previsto un quarto a Bagnaia per cui, però, ad oggi nessun cittadino si è ancora fatto avanti e proposto. Anche per questo oggi la sindaca sarà nella frazione: solleciterà i residenti a diventare parte attiva del sistema sicurezza.

Le zone dei Controlli di vicinato

  • Viale Trento e vie limitrofe + Sacrario (via Cesare Dobici, piazza dei Caduti, via Emilio Bianchi)
  • Quartiere di San Faustino, inteso come area compresa tra piazza Martiri d’Ungheria, piazza della Rocca, via Marconi, via del Pilastro
  • Via dell’Orologio vecchio e vie limitrofe
  • Bagnaia, piazza Don Egisto Fatiganti, Valle Pierina e scalette di accesso a piazza XX settembre

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, prendono vita i gruppi di controllo del vicinato: "I cittadini sentinelle contro la criminalità"

ViterboToday è in caricamento