rotate-mobile
LE MANI CHE AIUTANO

Croce rossa di Viterbo, dopo la medaglia al merito anche la cittadinanza onoraria e l'iscrizione all'Albo d'oro

Il presidente Marco Sbocchia: "I risultati ottenuti dall'associazione sono un traguardo importante costruito giorno dopo giorno dai volontari"

Inarrestabile la Croce rossa di Viterbo che dopo aver conseguito la Medaglia d'oro al merito ha ricevuto un altro importante riconoscimento, questa volta dal consiglio comunale di Viterbo: la cittadinanza onoraria e l' iscrizone all'Albo d'oro della città. I motivi che hanno portato alla decisione da parte del consiglio comunale sono contenuti nella delibera numero 47 del 07 marzo 2024.

 Le motivazioni

"Dalla sua fondazione la Croce Rossa viterbese non si è mai fermata, presente quotidianamente al servizio dei più vulnerabili sin dal momento della sua costituzione. Dal servizio di soccorso e trasporto infermi a quello di assistenza concreta alle famiglie povere e indigenti, dagli interventi in tempo di guerra a quelli sui luoghi delle catastrofi naturali. Impegno quotidiano al servizio della comunità viterbese coniugato a quello di più ampio respiro, proprio per la connotazione nazionale e internazionale dell’associazione, con la presenza di personale viterbese nei contesti più disparati. Dall’ospedale militare di Via E.Bianchi a Viterbo della II Guerra Mondiale ai soccorsi portati in occasione dell’alluvione di Firenze, dal terremoto di Tuscania all’accoglienza dei profughi a Piangoli, dalle missioni in Kosovo, Israele, Sierra Leone e Ucraina ai terremoti Umbria – Marche, Abruzzo, Emilia, Centro Italia e, non in ultimo per la pandemia da Covid-19. Conta oltre 800 volontari operativi e 80 mezzi tra ambulanze e veicoli speciali diffusi nelle oltre 20 sedi della Provincia e assicura servizi che spaziano dal soccorso in ambulanza al trasporto di infermi e disabili, dal sostegno alle famiglie vulnerabili al supporto psicosociale durante tragedie e le emergenze, dall’accoglienza ai profughi alla risposta in caso di catastrofi naturali, dalla diffusione del diritto umanitario alla formazione di primo soccorso e diffusione degli stili di vita sani" recita la deliberazione.

Cosa ha detto il presidente di Croce rossa

Soddisfatto il presidente del comitato di Viterbo che ha voluto esprimere grande apprezzamento per i volontari dell'associazione. "Il comitato Croce rossa di Viterbo ha ottenuto nell'ultimo periodo importanti riconoscimenti - ha detto a ViterboToday Marco Sbocchia, presidente del comitato cittadino - I risultati ottenuti dall'associazione sono un traguardo importante costruito giorno dopo giorno dalla pazienza, dal lavoro e dalla buona volontà dei volontari, che sacrificano tempo in famiglia, ore di lavoro e tempo libero per garantire un servizio alla comunità. Questi riconoscimenti sono dedicati soprattutto a loro, ai volontari del passato, quelli che oggi ancora militano nell'associazione e a quelli del futuro a cui passeremo il testimone. Nel corso della storia la Croce rossa ha affrontato guerre, catastrofi e crisi umanitarie di dimensioni sovrumane, essere volontario significa non lasciarsi spaventare, non lasciarsi sopraffare dagli eventi, ma restare umani ed essere di supporto nel momento in cui la comunità crolla - ha continuato il presidente - In qualità di presidente del comitato di Viterbo non posso che essere orgoglioso del lavoro svolto, degli uomini e delle donne che supportano l'associazione e sono orgoglioso di farne parte e di rappresentarli. Ringrazio naturalmente coloro che ci hanno dispensato i riconoscimenti dimostrando di avere apprezzato il nostro impegno quotidiano".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Croce rossa di Viterbo, dopo la medaglia al merito anche la cittadinanza onoraria e l'iscrizione all'Albo d'oro

ViterboToday è in caricamento