MALTEMPO

La conta dei danni dopo l'ondata di maltempo: a Viterbo frane, allagamenti, tombini saltati e incidenti stradali | FOTO

La perturbazione con pioggia intensa, grandine e raffiche di vento che si è abbattuta ieri sulla Tuscia ha colpito soprattutto il capoluogo, Civita Castellana e Bassano Romano. Decine di interventi di vigili del fuoco, protezione civile e forze dell'ordine

Tanta pioggia in poco tempo. L'ondata di maltempo che ieri si è abbattuto sulla Tuscia ha provocato diversi danni e disagi tra frane, allagamenti, alberi e rami caduti, strade dissestate e incidenti. Particolarmente colpiti il capoluogo e i comuni a sud della provincia. Ma acqua scrosciante non è mancata neppure a Ischia di Castro e Marta. Perturbazione anche su Capranica, Sutri e Oriolo Romano.

Il temporale è iniziato intorno alle 13 di mercoledì 3 luglio. Pioggia intensa e grandine, soprattutto a Viterbo e Civita Castellana, accompagnate da forti raffiche di vento. La macchina formata da vigili del fuoco, protezione civile e forze dell'ordine si è subito messa in moto per fronteggiare le varie situazioni che sono state segnalate da tutta la provincia. Decine gli interventi per ripristinare le criticità e la sicurezza.

Vari allagamenti nel capoluogo. In strada Freddano la notevole quantità d'acqua ha divelto e fatto saltare i tombini. Una frana è avvenuta in strada Filante, con i massi che si sono staccati da una parete rocciosa e sono piombati sulla via bloccandola. Bloccata in entrambi i sensi di marcia anche la Cassia nord per la caduta di un albero. Sempre a causa della pioggia, dell'asfalto bagnato e della scarsa visibilità, una donna è finita fuori strada sulla Sammartinese. In strada Ponte del diavolo, invece, l'acqua ha letteralmente strappato dalla sede il guardrail.

GALLERY | Maltempo sulla Tuscia: disagi e interventi in tutta la provincia

Martoriato anche Bassano Romano. Allagamenti, alberi abbattuti da pioggia e vento, detriti sull'asfalto e danni al manto stradale hanno paralizzato il comune. Tra le vie interessate, via San Gratiliano e la Bassanese. Subito al lavoro, come sottolinea il sindaco Emanuele Maggi, per liberare le strade e per il sopralluogo che continua anche oggi "per prendere atto delle varie situazioni danneggiate e assumere iniziative atte a garantire un ripristino in tempi ragionevoli delle condizioni precedenti al nubifragio".

Situazione critica anche nella zona di Civita Castellana. La provinciale 77 che porta a Castel Sant'Elia è rimasta chiusa per circa due ore a causa di un grosso albero che, strappato dal forte vento e dalla pioggia, è caduto sulla carreggiata bloccandola. La Provincia di Viterbo, competente sull'arteria, si è subito attivata per l'intervento. Due piante cadute anche in via Corchiano.

Sempre a Civita Castellana allagamenti al ponte di Terrano e di via Castel Sant'Elia, sulla Nepesina e agli svincoli per la variante. Accumulo d'acqua anche all'imbocco per la via Cassia a Monterosi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La conta dei danni dopo l'ondata di maltempo: a Viterbo frane, allagamenti, tombini saltati e incidenti stradali | FOTO
ViterboToday è in caricamento