rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Cronaca Riello

Spaccio al Riello, l'avviso orale non basta per un 20enne. Scatta il daspo Willy: per tre anni non può avvicinarsi ai locali

Il ragazzo, nonostante la giovane età, ha precedenti anche per lesioni, furti e rapina

Daspo Willy nei confronti di un 20enne. Il provvedimento di divieto di accesso ai locali pubblici o aperti al pubblico e agli esercizi pubblici è stato adottato dal questore di Viterbo Fausto Vinci nei confronti di quello che viene definito un "pregiudicato di origine straniera".

Il giovane è una conoscenza delle forze dell'ordine perché, nonostante la giovane età, negli ultimi tempi sarebbe stato un protagonista della microcriminalità viterbese: lesioni, furti e rapina. Reati che avevano già fatto scattare nei suoi confronti la misura di prevenzione dell’avviso orale.

Malgrado l'invito formale a cambiare condotta, il 20enne è stato nuovamente arrestato dai poliziotti della squadra mobile. Durante i controlli finalizzati alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, sarebbe stato sorpreso a cedere droga a un altro straniero. Il fatto nei pressi del bar “Pit stop” al Riello, vicino al capolinea degli autobus “Cotral”.

Quest'ultimo episodio, unito ai precedenti reati, molti dei quali commessi sempre nelle vicinanze di pubblici esercizi o di locali, è stata immediatamente emessa nei suoi confronti la misura del cosiddetto “Decreto Caivano”. Il provvedimento del questore, in considerazione dei reiterati comportamenti antisociali che hanno comportato un grave pregiudizio all’ordine e alla sicurezza pubblica, ha previsto per il 20enne il divieto di accesso per 3 anni ai locali pubblici o agli esercizi analoghi siti in tutto il comune di Viterbo, nonché lo stazionamento nelle loro vicinanze.

Il Daspo Willy è scattato nell’ambito dell'attività preventiva finalizzata a contrastare il fenomeno dei comportamenti violenti e del bullismo nel capoluogo su istruttoria degli agenti della divisione Polizia anticrimine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio al Riello, l'avviso orale non basta per un 20enne. Scatta il daspo Willy: per tre anni non può avvicinarsi ai locali

ViterboToday è in caricamento