rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Via Aurelio Saffi

Mamma tenta di tagliarsi le vene davanti alle figlie: paura in centro

Intervento di 118 e volante della polizia in via Saffi

Mamma tenta di tagliarsi le vene davanti alle figlie, intervento in una casa del centro di 118 e polizia durante i controlli del sabato. Un pomeriggio di paura quello del 14 ottobre scorso in via Saffi. A documentare quanto accaduto è stato il Messaggero che ha seguito la volante della questura di Viterbo nei servizi rafforzati del fine settimana.

Stando a quanto ricostruito, intorno alle 17,35 è stato lanciato l'allarme di una donna pronta a compiere un gesto estremo in casa tra urla e grida udibili dalla strada. Quando gli agenti arrivano sul posto trovano la donna, di origini dominicane, in preda a un raptus di gelosia con un coltello in mano pronta a tagliarsi le vene. "Perché - scrive il Messaggero - il compagno la tradisce".

Il tutto è avvenuto sotto gli occhi delle figlie della donna. Piccole di età: di uno, due e cinque anni. I poliziotti mettono in salvo e sicurezza sia la donna che le bambine, poi affidate a chi potrà prendersene cura. "In un paio di falcate - racconta il Messaggero - la volante entra, chiude la finestra aperta sul vicolo e toglie il coltello dalle mani della donna. Giovanni, che è ai primi mesi alla volante di Viterbo, chiama le bambine. Le distrae, sorride loro e le riporta nel mondo in cui dovrebbero stare. Una manciata di minuti e torna la calma".

Sul posto è intervenuto anche il personale sanitario del 118, che ha preso in carico la donna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mamma tenta di tagliarsi le vene davanti alle figlie: paura in centro

ViterboToday è in caricamento