rotate-mobile
ORDIGNO INESPLOSO / Paradiso / Via Alcide de Gasperi

Bomba day: evacuazione fino al pomeriggio, ipotesi centri di accoglienza nelle caserme militari

Chi tra le oltre 30mila persone sgomberate non ha alternative potrebbe essere ospitato negli hangar militari. Fine delle operazioni prevista entro le 18. I dubbi e le domande dei viterbesi agli info point

Durerà fino al pomeriggio l'evacuazione che scatterà alle 9 di martedì 7 maggio per la rimozione della bomba ritrovata in un cantiere in via Alcide De Gasperi al quartiere Paradiso. Durante quelle ore oltre 30mila viterbesi saranno costretti a lasciare le proprie abitazioni e chi non ha alternative potrebbe essere accolto nei centri di assistenza previsti nelle caserme militari. Questa l'ipotesi.

Info point di oggi

Queste le informazioni che vengono date ai cittadini nei punti informativi predisposti in questi giorni in diversi quartieri della città. Gli info point, dove si possono compilare o consegnare i questionari predisposti per chi vive nella zona rossa e ha bisogno di assistenza al trasporto per il 7 maggio, oggi sono al Pilastro (di fronte al bar Dei) e in piazza del Teatro fino alle 19 e a Santa Barbara (di fronte all'ingresso del Carrefour in piazzale degli Etruschi) fino alle 19,30.

Evacuazione fino alle 18

Artificieri dell'Esercito, Prefettura e Comune hanno previsto per l'evacuazione un notevole lasso di tempo non solo per disinnescare il grosso ordigno bellico inesploso ma anche per poi completare le operazioni di rientro dei viterbesi nelle proprie abitazioni: il tutto dovrebbe concludersi entro le 18. In quelle ore chi non ha alternative potrebbe essere accolto nei centri di assistenza previsti negli hangar delle caserme militari, dove sarebbero già iniziate le operazioni di allestimento a partire dalle cucine da campo e dai servizi. I centri di accoglienza e assistenza saranno raggiungibili, a partire dalle prime ore del mattino, tramite dei mezzi dedicati messi a disposizione che partiranno dai vari punti di raccolta della città.

GALLERY | Gli info point per la bomba in via De Gasperi

I dubbi dei viterbesi

Gli info point sono stati predisposti principalmente per raccogliere i questionari o supportare nella compilazione. Ma i volontari, sia della protezione civile che della Misericordia, hanno risposto anche a domande e dubbi dei cittadini. Tra le più gettonate: "La via in cui abito è nella zona rossa?", "Quanto durerà l'evacuazione?", "Dove dobbiamo andare?", "Ci saranno servizi igienici a disposizione durante quelle ore?".

Cosa resterà chiuso

La zona rossa si estende per un raggio di 1800 metri dal punto in cui si trova l'ordigno. Coinvolte oltre 400 strade e diversi quartieri, oltre a tutto il centro storico e alla frazione della Quercia. I quartieri totalmente evacuati saranno Paradiso, Cappuccini, Murialdo, Ellera, Pilastro e Palazzina. Sarà sgomberata quasi totalmente Santa Barbara (fino alla Capretta), una parte di Santa Maria in Gradi e Mazzetta, Villanova nella zona più vicina al centro storico.

Tutto ciò che si trova in quell'area il 7 maggio resterà chiuso. Le scuole di ogni ordine e grado, farmacie, supermercati, uffici e attività. Ma anche la Asl, la Camera di commercio, la Prefettura, il Comune, la Provincia, la Questura, la sede centrale dell'Unitus, le stazioni dei treni, il capolinea Francigena e del Cotral al Riello, la Guardia di finanza, la polizia locale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba day: evacuazione fino al pomeriggio, ipotesi centri di accoglienza nelle caserme militari

ViterboToday è in caricamento