VIOLENZA DOMESTICA / Sutri

Per due volte toglie il braccialetto elettronico e cerca di raggiungere la famiglia: arrestato a Sutri

L'uomo era stato denunciato dalla moglie per comportamenti violenti. Non sono bastati bracciale e domiciliari per impedirgli di tornare a contatto con la donna e i tre figli

Sabato, i carabinieri della stazione di Sutri, hanno arrestato un cittadino sudafricano che in pochi mesi ha violato i provvedimenti di divieto di avvicinamento alla famiglia e all'abitazione, oltre a quello di dimora a Sutri. Il caso inizia a marzo, quando la moglie dell'uomo, stanca di subire comportamenti violenti, aveva chiesto l'intervento dei militari. Misure dei carabinieri che non erano bastate, visto che l'uomo per due volte nei successivi mesi, disfacendosi del bracciale elettronico e non rispettando gli arresti domiciliari, tornava a contatto con la propria famiglia.

Nella giornata di sabato, il cittadino sudafricano ha contattato telefonicamente la compagna annunciando il suo imminente arrivo con lo scopo di portarsi via i suoi tre figli minorenni. La donna, impaurita, ha richiesto nuovamente l'intervento dei carabinieri, che di scorta sotto l'abitazione, hanno tratto in arresto l'uomo intento a raggiungere la famiglia. Nella mattinata di ieri, al termine del processo svolto con rito direttissimo per i reati commessi, è stato condotto al carcere Nicandro Izzo di Viterbo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per due volte toglie il braccialetto elettronico e cerca di raggiungere la famiglia: arrestato a Sutri
ViterboToday è in caricamento