rotate-mobile
FURTI IN CITTA'

Ancora furti in città, nel mirino note attività commerciali di Viterbo: pizzicati i presunti autori

I malviventi, denunciati e colpiti da diverse misure da parte del questore, non potranno più mettere piede a Viterbo anche per 4 anni

Ancora furti nella città dei papi, dopo le casette del mercatino di Natale in via Marconi, questa volta nel mirino dei malviventi due noti negozi di abbigliamento della zona e un supermercato. Nel pomeriggio di giovedì 11 gennaio la polizia  è intervenuta presso un noto negozio di abbigliamento ubicato all’interno del centro commerciale Tuscia - Ipercoop, dove un "ragazzo italiano 25enne era stato sorpreso a rubare vestiti grazie all’allarme attivato dai dispositivi antitaccheggio celati sugli indumenti - fanno sapere dalla questura attraverso una nota - Il giovane è stato preso in consegna dai poliziotti che hanno accertato che il ragazzo era già colpito da un Daspo Willy.  Portato in questura, dove è stato opportunamente  denunciato all’Autorità Giudiziaria per il furto, il 25enne è stato sottoposto ad un'ulteriore misura da parte del questore: il rimpatrio con Fvo con divieto di ritornare a Viterbo per la durata di quattro anni. Infine, risultando anche sottoposto alla Sorveglianza Speciale di P.S. applicata dal Tribunale di Roma, è stata avviata dal questore anche l’istruttoria finalizzata all’aggravamento della misura, con l’obbligo di dimorare nel comune di residenza". 

Tre persone denunciate

Non solo il centro commerciale Tuscia ma anche un'altra nota area commerciale è stata presa di mira, anche se in questo caso la squadra volante della polizia è intervenuta prima che il fatto si consumasse. Nella mattinata di venerdì 12 gennaio infatti, il personale della squadra volante nell’ambito dello svolgimento dell’attività preventiva di controllo del territorio "è intervenuto presso il parcheggio del centro commerciale “Globo” dove aveva notato persone sospette all’interno di un’attività commerciale - continua la nota della questura - Sul posto i poliziotti hanno rintratcciato tre cittadini rumeni maggiorenni provenienti da un campo rom della capitale dediti a furti seriali. Gli stessi sono stati identificati  dagli operatori come gli autori di alcuni furti che si sono verificati nei giorni precedenti l’Epifania e per i quali era in  corso un’attività di indagine. Le tre persone, due donne ed un uomo, sono stati accompagnati in questura per gli ulteriori riscontri e al termine delle previste formalità di legge sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria per furto in concorso e allontanate con provvedimento di rimpatrio con FVO dal questore della provincia di Viterbo, con divieto di ritornare a Viterbo, per anni due.  L’uomo è stato altresì sanzionato anche per guida senza patente e il veicolo con il quale erano giunti in questa città è stato sottoposto a fermo giudiziario. L’azione preventiva ha quindi permesso di scongiurare il concretizzarsi di ulteriori furti agli esercizi commerciali di Viterbo da parte dei tre e di farli rientrare al loro luogo di residenza".

Furto al supermercato

Sempre nel pomeriggio di venerdì 12 gennaio, il personale delle volanti della questura di Viterbo è intervenuto presso un altro supermercato di questo capoluogo "dove era stato sorpreso un cittadino georgiano a rubare dei prodotti alimentari - conclude la nota della questura - Preso in consegna, lo straniero, risultato senza una fissa dimora a Viterbo,è stato accompagnato in Questura e denunciato all’Autorità Giudiziaria per furto, avviando nei suoi confronti un procedimento giudiziario".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora furti in città, nel mirino note attività commerciali di Viterbo: pizzicati i presunti autori

ViterboToday è in caricamento