rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
IL COLPO SVENTATO / Capodimonte

Entra di notte in un locale sul lungolago per rubare, ladro sorpreso dai carabinieri mentre scassina la cassa

Il malintenzionato è stato quindi bloccato e perquisito: i militari lo hanno trovato in possesso di un coltello a serramanico, inoltre ha fornito false generalità

E' stato sorpreso dai carabinieri con le mani nel sacco, o meglio nel registratore di cassa. Un uomo di 32 anni è stato colto in flagranza di reato la scorsa notte mentre rubava in un locale commerciale sul lungolago di Capodimonte. A seguito di una chiamata alla Centrale Operativa della Compagnia di Montefiascone una pattuglia della locale stazione, insieme ai colleghi di Onano, è corsa immediatamente sul posto cogliendo sul fatto all'interno del negozio l'uomo intento a scassinare la cassa contabile, dove erano custoditi il denaro contante e altri oggetti di valore. Il malintenzionato è stato quindi bloccato e perquisito: i militari lo hanno trovato in possesso di un coltello a serramanico. 

Arrestato in flagranza di reato il 32enne, di origine polacca, ha fornito ai carabinieri anche false generalità, accertate poi in seguito tramite fotosegnalamento.

Al termine delle operazioni, i Carabinieri della Stazione di Capodimonte traevano in arresto il malfattore nella flagranza dei reati di tentato furto aggravato, porto abusivo di armi e false dichiarazioni sulle proprie generalità.

PRESUNZIONE DI INNOCENZA
Il soggetto indagato è persona nei cui confronti vengono fatte indagini durante lo svolgimento dell'azione penale; nel sistema penale italiano la presunzione di innocenza, art 27 Costituzione, è tale fino al terzo grado di giudizio e la persona indagata non è ritenuta colpevole fino alla condanna definitiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entra di notte in un locale sul lungolago per rubare, ladro sorpreso dai carabinieri mentre scassina la cassa

ViterboToday è in caricamento