rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
CAOS SOCIETARIO

Guardia di finanza e Agenzia delle entrate nella sede della Viterbese: ascoltati dirigenti e calciatori

Controlli sui crediti di imposta per ricerca e sviluppo. La Viterbese è nei guai e nemmeno una rocambolesca salvezza potrebbe salvarla

“Surreale” è l’aggettivo adeguato per definire la situazione in cui si trova la Viterbese: ad oggi retrocessa in D (in attesa del ricorso al Coni per i due punti di penalizzazione, altrimenti saranno play-out) e nel mirino degli inquirenti. Difatti, in una delle settimane più difficili e allo stesso tempo cruciali della sua storia, oltre ai magri risultati del campo e le contestazioni della tifoseria, ora sul club pende anche un’indagine dell’Agenzia delle entrate.

I funzionari dell’AdE hanno inviato nella sede della società gli uomini della Guardia di finanza, i quali hanno acquisito diversi documenti e ascoltato sia dirigenti che calciatori. Al centro delle operazioni delle fiamme gialle, stando a quanto trapelato, ci sarebbero i crediti d’imposta. In particolare, i finanzieri si sarebbero recati in via della Palazzina per trovare quante più carte possibili relative al progetto di ricerca e sviluppo “Tecnichal Material Analysis”, partito nel 2021 in collaborazione con l’unversità della Tuscia e l’azienda informatica Netlog. Secondo le autorità, la Viterbese avrebbe dichiarato di aver investito sullo studio una cifra che, successivamente, sarebbero stati restituiti in parte dallo Stato sotto forma di credito di imposta. Aleggia dunque sul Rocchi uno spettro: quello della retrocessione con conseguenti problemi economici. 

Le indagini proseguono (non sarebbero nemmeno le uniche in Italia sui crediti d’imposta) e, nel frattempo, il rapporto tra il presidente Marco Arturo Romano e i tifosi si è incrinato pericolosamente. Ieri, prima della partita, fuori dallo stadio è comparso lo striscione “Romano finocchio”, mentre, per tutta la gara, sulla balaustra della Nord ha campeggiato un altro striscione inequivocabile: “Meglio un’Eccellenza con dignità che questa società”. Il rischio, per alcuni supporters, è che l’imprenditore di Frosinone possa abbandonare la Viterbese al suo triste destino, con o senza salvezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guardia di finanza e Agenzia delle entrate nella sede della Viterbese: ascoltati dirigenti e calciatori

ViterboToday è in caricamento