rotate-mobile
CULTURAL-MENTE / Graffignano

La torre di Sipicciano polo artistico internazionale contemporaneo: il visionario progetto di Antonio Arévalo

Non solo un micro museo, ma anche una casa-laboratorio per ospitare gli artisti provenienti da tutta Europa per trasformare la struttura medievale in un "insediamento umano per le arti"

Sipicciano rilancia la cultura, l'antica torre medievale da cimelio degradato e abbandonato a polo culturale internazionale. L'ambizioso progetto di trasformare la torre di Sipicciano, da torre baronale prima e centro di distribuzione dell'energia elettrica poi, in un  Micro museo d'arte contemporanea è del visionario scrittore e critico d'arte contemporanea Antonio Arévalo, cileno, che dopo aver acquistato il monumento medioevale lo ha aperto al pubblico e "restituito" alla comunità. Un occhio diverso quindi quello con cui l'amante dell'arte ha guardato la "vecchia torre", valorizzandola e restituendole la "sacralità" che meritano questi luoghi. Tra le mura medievali della torre, che domina il piccolo borgo, già è custodito un capolavoro d'arte contemporanea del geniale e famosissimo artista cileno Ivàn Navarro, accreditato per le sue opere presso il Guggenheim Museum di New York.

Iván Navarro, Eccidio, Torre di Sipicciano, Graffignano (VT), MicroMuseo di Arte Contemporanea della Tuscia, Photo @Mauricio Peralta (1)

Il progetto

L'impetuoso e virtuoso animo del critico amante dell'arte non si è però ancora placato di fronte all'opera del suo grande amico Navarro, per questo  ha così deciso di far diventare Sipicciano un polo culturale internazionale nella Tuscia, progettando di trasformare la sua "creatura" in un Micro museo d'arte contemporanea e inserirlo nel circuito internazionale dei musei di arte contemporanea. Attualmente la torre è stata già aperta al pubblico e all'interno è possibile visitare oltre alla struttura decisamente suggestiva l'installazione dell'opera che Navarro ha donato all'amico. "La prima fase è stata il restauro e la protezione della copertura della torre e del suo piano terra: scale, accessi, elettricità, attivazione della segnaletica per aumentare la circolazione delle persone attorno e all'interno di questo forse il più piccolo museo di arte del mondo" ha spiegato lo scrittore. Un progetto decisamente ambizioso quello che Arévalo sta portando avanti con le sue forze, sia economiche che organizzative, in sinergia con l'amministrazione comunale in una visione condivisa di rilanciare non solo il monumento, ma anche il territorio e di far vivere l'arte e la cultura partendo da un luogo dove si respirano a pieni polmoni la storia e l'archeologia.

Torre di Sipicciano interno

La seconda fase del progetto

Antonio Arévalo ha lanciato sulla piattaforma Gofundme una raccolta fondi per poter realizzare la seconda fase del suo progetto. "Io e i miei collaboratori abbiamo abbastanza capacità per mantenere vivo questo spazio con una proposta curatoriale d’avanguardia che incorpora sia variabili tecnologiche che elementi della realtà contemporanea - ha scritto Arévalo - Il recupero della Torre rappresenta non solo un obiettivo strategico per l'identità di Sipicciano; è inoltre destinato a diventare un punto focale e originale nel circuito delle arti visive in Europa e nel mondo. Il progetto infrastrutturale della torre intende raggiungere la sua valorizzazione e la capacità di svolgere un ruolo significativo e vitale nello sviluppo urbano di Sipicciano come insediamento umano per le arti. Possiamo completare l'opera in 4 mesi, essendo pronti per la prima residenza d'artista per il prossimo giugno 2024, un anno dopo l'inaugurazione del Micro museo. Per farlo serve l’aiuto dei donatori: online sono già stati raccolti 1.200 euro".

Il sindaco di Graffignano

Estimatore dell'ambizioso progetto, che potrebbe davvero far diventare Sipicciano un polo attrattivo per il turismo culturale, il primo cittadino di Graffignano Piero Rossi. "Antonio Arévalo è una persona non solo culturalmente molto preparata, ma anche propositiva, collaborativa e disponibile - ha raccontato Piero Rossi a ViterboToday -. Ha portato nel nostro piccolo borgo una ventata di arte e cultura che offre con grande generosità alla comunità attraverso gli eventi che con grande dedizione organizza. E' una presenza veramente importante".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La torre di Sipicciano polo artistico internazionale contemporaneo: il visionario progetto di Antonio Arévalo

ViterboToday è in caricamento