rotate-mobile
LAZIO

LAZIO | Prendevano il reddito di cittadinanza ma vivevano da nababbi, sequestri milionari

Nel mirino della polizia un gruppo di rom. I destinatari dei sequestri appartengono alla famiglia De Silvio

Prendevano il reddito di cittadinanza ma vivevano da nababbi, sequestri milionari a un gruppo rom. Polizia in azione a Sora, nel Frusinate, per una serie di sequestri di beni mobili e immobili appartenenti a famiglie rom per un ammontare di oltre un milione d'euro.

Il provvedimento riguarda beni per un valore stimato superiore a un milione di euro riconducibili a 11 proposti, facenti parte di due nuclei familiari Sinti. Durante le indagini è emerso che hanno accumulato, nel corso del tempo, un patrimonio non proporzionato alle loro capacità reddituali, mediante l'impiego dei proventi di attività di traffico di droga, usura ed estorsione. Non svolgevano alcuna attività lavorativa regolare e addirittura in cinque percepivano indebitamente il reddito di cittadinanza.

I destinatari dei sequestri appartengono alla famiglia di origine rom De Silvio. Dalle indagini svolte è emerso che hanno accumulato nel tempo grandi ricchezze, senza aver mai esercitato alcuna attività lavorativa regolare, risorse economiche che hanno consentito di costruire ville e manufatti, alcuni dei quali realizzati abusivamente.

La maggior parte dei soggetti, pur essendo nullatenenti per lo Stato, risultavano nella condizione effettiva di poter disporre di consistenti risorse economiche e materiali, tanto da fare sfoggio di orologi di grande valore, preziosi, macchine di lusso.

Grande clamore mediatico avevano suscitato le immagini, diffuse sui canali social, delle corse clandestine di cavalli, avvenute per le strade deserte della città di Sora nel pieno del lockdown, circostanza che ha confermato come la famiglia rom De Silvio traesse vantaggi anche dalle corse clandestine e dalle conseguenti scommesse.

Le operazioni hanno portato al sequestro di 15 immobili, tra cui ville, rimesse e terreni, 5 auto di varie marche e modelli, tra cui Bmw e Mercedes, 2 autocarri utilizzati per il trasporto di animali, 20 capi di bestiame, tra cavalli e bovini, 2 locali adibiti a stalle, numerosi conti correnti, oltre a  preziosi, denaro contante e gioielli.

Leggi l'articolo completo su FrosinoneToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LAZIO | Prendevano il reddito di cittadinanza ma vivevano da nababbi, sequestri milionari

ViterboToday è in caricamento