rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
CRONACA LAZIO

LAZIO | La rete di pedofili online, abusi scambiati nelle chat: poliziotti infiltrati arrestano 28 persone

Le chat erano sei e tutte su Viber. Gli indagati hanno tra i 16 e 73 anni, fra loro anche tre romani

Una rete di pedofili che sulle chat segrete della piattaforma Viber si scambiavano foto e video di abusi sessuali su minorenni, anche bambini. Immagini prodotte all'estero e che ormai rimbalzavano in Italia da tempo. A sgominarli sono stati gli investigatori della polizia postale che per ricostruire le loro azioni si sono finti un pedofilo romano, già arrestato nei mesi scorsi.

Gli arrestati

In tutta Italia sono state ventotto le persone arrestate in flagranza di reato e altre 28 quelle denunciate in 38 province italiane, per la detenzione di ingente quantità di materiale pedopornografico. Cinquantuno i decreti di perquisizione. Gli indagati hanno tra i 16 e 73 anni.

Tra i coinvolti a vario titolo anche tre romani, uno di loro è stato arrestato, gli altri due denunciati. Nei loro smartphone avevano foto e video degli abusi sessuali. Il romano finito in carcere ha 45 anni, un insospettabile incensurato. È stato portato a Regina Coeli. 

Le sei chat su Viber

Gli agenti del centro nazionale per il contrasto alla pedofilia online (Il Cncpo) hanno utilizzato il suo nickname, chattando così con gli altri utenti. Per sei mesi si sono infiltrati e hanno ricostruito la rete di contatti e i personaggi coinvolti. Secondo quanto appreso, il gruppo comunicava tra loro su Viber, una piattaforma simile a Telegram, più sicura. Sei le chat attive secondo quanto riportato da RomaToday.

"Sono stati monitorati circa 130 spazi virtuali, all'interno dei quali erano presenti utenti pedofili da tutto il mondo che scambiavano migliaia di foto e video di abusi su minori, per lo più in tenera età", hanno spiegato dalla polizia postale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LAZIO | La rete di pedofili online, abusi scambiati nelle chat: poliziotti infiltrati arrestano 28 persone

ViterboToday è in caricamento