rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
SCAZZOTTATA IN CITTÀ / Garbini / Piazzale Antonio Gramsci

Due 30enni si massacrano di botte a piazzale Gramsci

Intervento dei carabinieri per placare gli animi e del personale sanitario che ha trasportato i due uomini in ospedale

Si sono massacrati di botte, a tal punto da finire all'ospedale. Due 30enni, entrambi stranieri, intorno alle 19 di ieri, mercoledì 10 aprile, si sono presi a calci e pugni tra piazzale Gramsci e l'imbocco di viale Trento. Una scazzottata in piena regola sotto gli occhi attoniti dei passanti, che si sono dati al fuggi fuggi.

Qualcuno, però, ha chiamato i carabinieri che sono subito intervenuti, e la zona si è presto riempita di "gazzelle". I militari sono riusciti a placare gli animi e a rassicurare i presenti, per poi mettersi al lavoro al fine di ricostruire la dinamica del violento episodio e capire cosa l'abbia generato. Al momento, stando a quanto si apprende, i motivi che sono alla base della scazzottata restano poco chiari.

Per ora si sa solo che i due 30enni hanno iniziato a litigare per poi arrivare presto alle mani. Pugni ma anche calci. A vicenda si sono provocati ferite e contusioni, che hanno richiesto anche l'intervento del personale sanitario che li ha trasportati entrambi all'ospedale di Belcolle per le cure del caso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due 30enni si massacrano di botte a piazzale Gramsci

ViterboToday è in caricamento