rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
POLIZIA / Centro Storico

Con un machete minaccia la proprietaria di una bar in centro, per tre anni non può mettere piede a Viterbo

Per l'uomo divieto di ritorno ma anche denuncia per porto di armi e oggetti atti a offendere

Nell'ambito della costante attività preventiva finalizzata a contrastare il fenomeno dei comportamenti violenti e del bullismo nei locali pubblici, il questore di Viterbo, su istruttoria dei poliziotti della Divisione polizia anticrimine, ha adottato il provvedimento del divieto di ritorno nei confronti di un 41enne italiano, residente in un comune della provincia.

Nei giorni scorsi, in un locale del centro di Viterbo, mentre si accingeva a consumare una bevanda avrebbe appoggiato un machete sul bancone. La proprietaria, alla vista dell'oggetto, impaurita, ha chiesto l'intervento delle forze dell'ordine ma per questo motivo l'uomo, con atteggiamento intimidatorio, l'avrebbe minacciata di danneggiarle il locale.

Giunta sul posto la squadra volante, il 41enne, "che annovera - sottolinea la polizia - numerosi precedenti anche per reati contro il patrimonio e in materia di sostanze stupefacenti", è stato condotto negli uffici della questura e denunciato per porto di armi e oggetti atti a offendere.

Inoltre, è scattato il provvedimento del questore che lo costringerà a restare lontano dal comune di Viterbo per tre anni, pena l'arresto e la multa fino a 10mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con un machete minaccia la proprietaria di una bar in centro, per tre anni non può mettere piede a Viterbo

ViterboToday è in caricamento