rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Cronaca

Mammagialla, al 41 bis vietata brioche per la nipotina di 4 anni durante il colloquio

"No" della direzione del carcere di Viterbo alla richiesta del detenuto Tommaso Costa

Detenuto al 41 bis, Tommaso Costa, chiede di poter dare una merendina alla nipotina di quattro anni durante il colloquio. Ma la direzione del carcere di Mammagialla, dove è recluso, glielo vieta: "Non è previsto dalle disposizioni interne, non si autorizza".

A riportare il fatto è il quotidiano Il Dubbio, che spiega che la richiesta del detenuto è "scaturita perché, nell'ultimo incontro, la bambina si lamentava di avere fame. Nella richiesta, ha anche specificato che il dolce scelto non sarà mai toccato da lui, ma verrà gestito dalla polizia penitenziaria". Costa, inoltre, avrebbe aggiunto: "Faccio presente che al casellario giace il sacchetto per il colloquio, sarà cura dei famigliari non sporcare la sala colloquio nel rispetto di chi verrà dopo di noi". Per poi concludere: Fiducioso in un'umana accoglienza della mia richiesta, ringrazio anticipatamente".

Negata però l'autorizzazione, il detenuto al 41 bis fa un altro tentativo. "Ha inviato alla direzione - scrive Il Dubbio - una richiesta diversa: 'Il sottoscritto Costa Tommaso richiede alla signoria vostra la possibilità di far mangiare, qualora avesse fame la mia nipotina di 4 anni, fuori dal colloquio sempre una merendina'. Ma nulla da fare. Richiesta rigettata".

Sempre a Costa, in passato, sarebbero stati negati due libri. Per uno, di Luigi Manconi e Federica Graziani, la direzione di Mammagialla avrebbe giudicato "non opportuna" la richiesta. Il secondo, della ex ministra della Giustizia Marta Cartabia e di Adolfo Ceretti, è stato negato dal magistrato di sorveglianza: "Il possesso del libro metterebbe il detenuto in posizione di privilegio agli occhi degli altri detenuti, aumenterebbe il carisma criminale", è stata la motivazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mammagialla, al 41 bis vietata brioche per la nipotina di 4 anni durante il colloquio

ViterboToday è in caricamento