rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Via Aurelio Saffi

Furto in gioielleria, il proprietario: "Conseguenza dell'abbandono del centro, è stato perso il controllo della città"

Marco Morbidelli di Time & co, in via Saffi, vittima di un colpo da mille euro: "Servono controlli e programmazione"

"Il furto che ho subito è conseguenza dello stato di abbandono e degrado del centro storico". A parla è Marco Morbidelli, proprietario della nota gioielleria Time & co di via Saffi. Nella notte tra venerdì 13 e sabato 14 ottobre ha subito, da parte di ignoti, il furto di un orologio da 800 euro, rubato dopo che con un sampietrino è stata sfondata la vetrinetta che si trova accanto all'ingresso. "Il sampietrino - spiega Morbidelli - era abbandonato a un paio di metri dal negozio. Era stato segnalato da tempo, insieme alle buche e al fatto che la strada si sta sfondando".

Marco Morbidelli-2

Ad accorgersi del colpo, che si aggira sui mille euro tra refurtiva e danni, è stato lo stesso Morbidelli intorno alle 9 di ieri, una mezz'ora prima dell'apertura della gioielleria. Sul posto è intervenuta la polizia di stato per il sopralluogo e i rilievi e per acquisire i video delle telecamere di sicurezza, sia dell'attività che della zona, da cui potrebbero emergere particolari utili alle indagini e all'identificazione dei ladri.

Furto gioielleria Time & co in via Saffi

"Il problema vero - afferma Morbidelli - non è tanto il furto in sé ma lo stato di abbandono in cui versa il centro storico, ormai terra di nessuno e Far west. Noi commercianti del centro storico non contiamo nulla. La città è nel degrado totale e quando c'è l'abbandono questo è quello che succede. Ogni giorno ce ne è una: furti nei negozi, coltellate fuori dai bar, gente molesta e ubriaca che si prende a cazzotti, scippi".

Furto gioielleria Time & co in via Saffi - Polizia in centro-2

Per Morbidelli "ci vogliono i controlli. Questa - dice - è gente che non ha più niente da perdere e a cui non frega nulla delle regole del vivere civili. Bisogna fare in modo che la città torni in mano ai viterbesi e non lasciare più zone franche, perché poi il degrado porta degrado e quelle zone si allargano. Stiamo perdendo il controllo della città e questo perché non c'è programmazione per il centro storico. Da anni siamo lasciati allo sbaraglio. Bisogna fare in modo che il centro sia vivo. Perché i negozi aperti sono vedette, perché più allarmi e telecamere ci sono e più sicurezza c'è per tutti".

Furto gioielleria Time & co in via Saffi-4

Morbidelli, poi, si rivolge direttamente alla prima cittadina Chiara Frontini. "La città è ridotta allo sbando - argomenta -. La sindaca deve tagliare meno nastri e fare meno inaugurazioni e mettere mano a quello per cui è stata chiamata: amministrare la città. La sicurezza è affar suo. E non è solo fare multe di continuo, far rimuovere auto e spostare quattro fioriere davanti a via Roma. La sicurezza non è comprare un varco, ma mantenere il controllo della legalità. E questo spetta anche alla sindaca, perché è lei che amministra la città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto in gioielleria, il proprietario: "Conseguenza dell'abbandono del centro, è stato perso il controllo della città"

ViterboToday è in caricamento