rotate-mobile
L'ADDIO

Addio a Mira, il cane bagnino aveva salvato tante persone sulle spiagge del litorale laziale

Il labrador era diventata famosa per i salvataggi effettuati a Montalto di Castro e a Sperlonga dove salvò, insieme ad altre due unità cinofile, 14 persone in un solo giorno nel 2021

Dopo una lunga malattia è morta Mira, il cane bagnino che ha salvato tante persone sul litorale viterbese e del Lazio. Il labrador, che aveva circa 8 anni, aveva salvato una ragazza di 22 anni il luglio scorso a Montalto di Castro, sul tratto di spiaggia libera adiacente allo stabilimento dell'Aeronautica militare, passando alle cronache proprio per il suo coraggio. Nel 2021 insieme a Eros e Mya era stata la protagonista di uno spettacolare salvataggio di 14 persone, di cui 8 bambini, sulle spiagge di Sperlonga. Tre famiglie a bordo di gommoni e materassini erano stati prepotentemente trascinati dalla corrente al largo e i tre cani eroi erano riusciti a portare tutti in salvo. Mira da tempo soffriva a causa di un brutto tumore, l'unico conforto per lei l'amore del suo proprietario, Luigi, che non l'ha mai lasciata sola. La Sics scuola di cani salvataggio ha voluto ricordare il cane eroe con un saluto sui social. Tantissimi i messaggi di persone che hanno voluto scrivere un piccolo messaggio per Mira. 

Cani bagnino-Montalto Marina

I messaggi di affetto

"Grazie per i baci donati, spero che quelle dolci carezze ti abbiano fatto piacere per me è stato un onore - ha scritto qualcuno - Sei un'eroina della Sics, pazzerella ma unica, dagli occhi magnetici e più belli". Mira era conosciuta non solo a Montalto di Castro, dove durante la stagione estiva spesso stava a guardia dei bagnati, ma anche sul tutto il litorale laziale. "Buon ponte Mira, ora sei diventata davvero un angelo a quattrozampe…grazie di tutto…corri felice e proteggi sempre la tua famiglia umana!" ha scritto un conoscente. "Dolce Mira, mi dispiace tantissimo non incontrarti più al campo od in servizio. In servizio condividemmo il primo indimenticabile turno da neobrevettati con Fiamma. Non dimenticherò mai le serate passate in accademia quando cercavi di arruffianarti chiunque per una coccola od un premietto o quando facesti razzia delle crocchette di Fiamma che avevo preparato e lasciato alla tua portata. Ricordi che custodirò piacevolmente nel cuore. Mi mancherai tantissimo. Ti auguro Buon Ponte" ha scritto un collega di Luigi, senza dimenticare di esprimere un pensiero di solidarietà per lui che ora è rimasto senza la sua Mira.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Mira, il cane bagnino aveva salvato tante persone sulle spiagge del litorale laziale

ViterboToday è in caricamento