rotate-mobile
Cronaca Barco - Pila / Via Carlo Cattaneo

Pugno in faccia mentre aspetta la nipotina davanti a scuola, l'aggressore è un suo familiare

Svolta dalle indagini della polizia: "L'aggressore ha agito per dissapori all'interno del nucleo familiare". 43enne denunciato per lesioni aggravate

Pugno in faccia mentre aspetta la nipotina davanti a scuola, l'aggressore del 76enne è un suo familiare. È quanto emerso dalle indagini dei poliziotti della questura di Viterbo. Nei giorni successivi al fatto gli agenti, durante un'attività info-investigativa, avvalendosi delle testimonianze acquisite nell'immediatezza e dalle immagini delle telecamere di sicurezza presenti nella zona, hanno individuato il presunto.

"Si tratta - fa sapere la questura - di un 43enne, congiunto dell'anziano. L'uomo, che avrebbe verosimilmente agito in seguito a dissapori all'interno del nucleo familiare, è stato denunciato in stato di libertà all'autorità giudiziaria per lesioni aggravate".

L'aggressione risale al 23 novembre scorso. Quel giorno i poliziotti della squadra volante dell’ufficio Prevenzione generale e soccorso pubblico sono intervenuto in via Carlo Cattaneo a seguito della segnalazione dell'aggressione subita dall'anziano che stava aspettando, seduto nella propria auto, l’uscita dall’istituto comprensivo “Canevari” della propria nipote che frequenta quella scuola.

Il 76enne, soccorso e portato in ospedale per le lesioni riportate, ha riferito agli agenti di essere stato colpito al volto all’improvviso da un individuo da lui non riconosciuto, subito dopo dileguatosi. Per trovare l'aggressore, l'anziano aveva stampato anche dei volantini con cui aveva tappezzato la zona intorno alla scuola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pugno in faccia mentre aspetta la nipotina davanti a scuola, l'aggressore è un suo familiare

ViterboToday è in caricamento