rotate-mobile
ECCELLENZE DELLA TUSCIA

L'olio extravergine di oliva della Tuscia tra i top 20 al mondo

È la varietà "Le rose caninese" dell'azienda Presciuttini ad essersi distinta per la produzione di olio extravergine

La Tuscia sul tetto del mondo nel settore della produzione dell'olio extra vergine di oliva. Ancora una volta la provincia di Viterbo si distingue in ambito internazionale per l'eccellenza dell'oro verde.  Questa volta è la varietà di olio "Le Rose Caninese" prodotto dall'azienda di Pierluigi Presciuttini è stato inserito tra i top 20 migliori oli al mondo del prestigioso, concorso internazionale Evooleum con punteggio di 90 su 100 ed é stato inserito nella guida 2025.

Evooleum è un concorso internazionale per la qualità degli oli extra vergini di oliva che ogni anno sceglie i 100 migliori evo al mondo. Un gruppo esclusivo e prestigioso di esperti degustatori a livello mondiale è responsabile della valutazione della qualità organolettica dei campioni presentati, da cui esce l'esclusiva Top100 dei migliori extra vergini del mondo in ogni campagna, nonché i migliori nelle loro diverse categorie, varietà e paesi, come i Top 20 per le piccole produzioni al di sotto dei 2 mila 500 chilogrammi.

L'intero processo del concorso e della degustazione si svolge davanti a un notaio e comprende la verifica dell'origine di almeno il 10% dei campioni selezionati, che vengono designati casualmente dal notaio.

La varietà "Le Rose caninese" è un olio pregiato dal colore verde con riflessi dorati. Questa varietà viene raccolta nel periodo tra il 28 Settembre e il 10 Ottobre e conferisce a quest'olio una predominanza del sapore pungente con un profumo fruttato medio, erbaceo netto di oliva, con note morbide di erba tagliata e carciofo.

“Le soddisfazioni del buon lavoro svolto finora, avendo pazienza, arrivano tutte. Il riconoscimento ottenuto oggi identifica la mia piccola produzione, nella Tuscia Viterbese, come una tra le migliori 20 al Mondo. Ebbene questa notizia mi riempie di gioia e mi suggerisce di proseguire con fermezza lungo il percorso intrapreso finora. Ringrazio tutti coloro che hanno fatto parte di questo percorso partito nel 2019 che, sono convinto, è appena all'inizio” dichiara Pierluigi.

Non é la prima volta che l'olio evo "Le Rose” é oggetto di premiazione:L'oto verde vanta già la Gold medal al prestigioso Concorso Internazionale Evo-Iooc e la Gold Medal al Concorso Amsterdam IoocPremio evooleum, inoltre è finalista al prestigioso Concorso Lodo Guide ed al Leone d’Oro 2024.

Soltanto nella Tuscia ci sono oltre 100 mila piante abbandonate che nessuno cura e gestisce da anni. Ebbene uno degli obiettivi dell'azienda Presciuttini è quello di recuperare il maggior numero possibile di queste piante, riportandole in produzione occupandosi di tutti gli aspetti della filiera, dalla potatura, fino alla concimazione e raccolta e trasformazione dei frutti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'olio extravergine di oliva della Tuscia tra i top 20 al mondo

ViterboToday è in caricamento