rotate-mobile
CARABINIERI FORESTALI

Ambiente, va in pensione il colonnello che per anni ha indagato su corruzioni e turbative d'asta nella Tuscia

Ultimo giorno di lavoro per il comandante dei carabinieri forestali Marco Avanzo. In attesa del sostituto, prende il suo posto il tenente colonnello Leonardo Mareschi del Nipaff

Il colonnello Marco Avanzo, comandante del gruppo carabinieri forestale di Viterbo, va in pensione. Per lui, oggi, ultimo giorno di lavoro. A sostituirlo, per il momento, sarà il tenente colonnello Leonardo Mareschi, attuale comandante del Nipaff di Viterbo.

La carriera del colonnello Avanzo

Laureatosi in scienze forestali all'università degli studi della Tuscia, entra a far parte del corpo forestale dello stato nel 1989 come funzionario. Dopo alcuni anni trascorsi a Roma all’allora direzione generale delle risorse forestali, montane e idriche, dove si è occupato di gestione delle aree protette e, con sempre maggior incisività, di attività di polizia giudiziaria, nel 1998 si trasferisce al coordinamento provinciale di Viterbo dove dal 2004 è stato alla guida del nucleo investigativo di polizia ambientale e forestale. Fino al 2014 ha coordinato le indagini che tanto scalpore hanno fatto nel Viterbese (Girotondo, Miniera d’oro, Dazio I, Dazio II, tra le principali) avendo fatto luce su estese reti di corruzione e di turbative d’asta. Divenuto dirigente del corpo forestale dello stato, è stato trasferito all’ispettorato generale a Roma dove ha diretto la divisione I, che sovraintendeva alle attività di polizia giudiziaria del corpo a livello nazionale, dei rapporti internazionali di polizia e delle squadre di ordine pubblico. Con l’assorbimento da parte dell’Arma del corpo forestale dello stato nel 2017 è stato dapprima capo sezione all’ufficio Oaio del Comando unità forestali, ambientali e agroalimentari dei carabinieri, per quindi fare ritorno nello stesso anno a Viterbo come comandante del gruppo carabinieri forestale. Dal 2020 al 2021, in piena emergenza Covid, è stato anche comandante in sede vacante del gruppo carabinieri forestale di Rieti. In questi ultimi anni è stato particolarmente attivo nell’ambito dei rapporti e della cooperazione internazionale di polizia oltre che nell’attività di docenza nelle scuole dell’Arma e non solo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambiente, va in pensione il colonnello che per anni ha indagato su corruzioni e turbative d'asta nella Tuscia

ViterboToday è in caricamento