rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
provincia

Si spara con il fucile e muore: Canino e Cellere sconvolte per la morte di Angelo Bartoccini

L'uomo, prima di trasferirsi nelle campagne di Canino, ha vissuto per anni a Pianiano, frazione di Cellere

Ha imbracciato il fucile, se lo è puntato contro e ha fatto fuoco. È morto così Angelo Bartoccini. La tragedia è avvenuta oggi pomeriggio, martedì 22 novembre, dopo le 17,30 a Canino, in località San Valeriano. Si tratta di una zona di campagna fuori dal paese dove l'uomo, 76 anni, si è trasferito qualche anno fa da Pianiano, frazione di Cellere.

A lanciare l'allarme sarebbero stati i suoi vicini di casa dopo aver sentito lo sparo. Sul posto si sono precipitati i sanitari del 118 con l'ambulanza e l'automedica ma per Bartoccini non ci sarebbe stato nulla da fare. Sarebbe morto sul colpo e ne è stato dichiarato il decesso. Sono intervenuti anche i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Tuscania.

Bartoccini, uomo conosciuto e stimato, lascia la moglie e due figli. La sua famiglia ha un'azienda agricola proprio nelle campagne di Canino. Il paese è in lutto, così come Cellere e soprattutto la piccola frazione di Pianiano dove Bartoccini ha vissuto fino a pochi anni fa. Tutti sono sconvolti da questa tragedia, che ha lasciato dolore e sgomento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si spara con il fucile e muore: Canino e Cellere sconvolte per la morte di Angelo Bartoccini

ViterboToday è in caricamento