rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
TRUFFA / Vetralla

Assenteismo alla guardia medica, in 4 a processo: a casa o in studio privato invece che assistere i pazienti

Davanti ai giudici del tribunale di Viterbo un carabiniere del Nas ha ricostruito le indagini

Assenteismo alla guardia medica di Vetralla, a processo quattro medici della Asl. Due uomini e altrettante donne imputati di truffa, falso in atti pubblici, interruzione di servizio di pubblica necessità e omissione di atti d'ufficio.

A condurre le indagini sono stati i carabinieri del Nas, di cui ieri è iniziato l'ascolto davanti al collegio dei giudici del tribunale di Viterbo. L'inchiesta è scattata all'inizio dell'estate del 2017 dopo alcune segnalazioni. "Abbiamo iniziato con degli appostamenti per poi installare, tra giugno e ottobre, le telecamere presso il presidio di continuità assistenziale - ha ricostruito in aula il militare -. Abbiamo incrociato i dati gps con quelli telefonici e acquisito il registro degli interventi e quello delle presenze. Così abbiamo scoperto che i medici non erano sempre sul posto di lavoro quando avrebbero dovuto: c'è chi stava a casa, chi in un agriturismo, chi nello studio privato per esercitare la professione medica, qualcuno arrivava in ritardo e usciva prima e avevano attivato il trasferimento di chiamata sui propri numeri per poter rispondere alle telefonate che arrivavano alla postazione".

I quattro imputati, secondo l'accusa, durante l'orario di servizio e per gran parte del turno si allontanavano dal presidio per questioni private e personali invece di prestare la dovuta assistenza ai pazienti, anche con patologie gravi. Lasciando sulla porta di ingresso il numero di reperibilità. Per la difesa dei medici, sospesi dal servizio al termine delle indagini, non si è trattato di assenteismo ma di necessità da parte degli imputati visto che i locali della guardia medica non sarebbero stati adeguati per le visite non essendo presente neppure il lettino.

L'udienza è stata rinviata al 25 febbraio prossimo, ore 11,30, per l'ascolto di altri due carabinieri del Nucleo antisofisticazione e sanità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assenteismo alla guardia medica, in 4 a processo: a casa o in studio privato invece che assistere i pazienti

ViterboToday è in caricamento