rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
LA RETATA / Grotte di Castro

Blitz dei carabinieri nel bosco: dieci grammi di droga sequestrati e un arresto, caccia al complice | VIDEO

Retata in località Santa Cristina a Grotte di Castro. Uomo in fuga. Il comandante provinciale Massimo Friano: "Il fenomeno esiste perché i cittadini comprano le sostanze"

Blitz dei carabinieri contro lo spaccio di stupefacenti nelle zone boschive dell'alta Tuscia: sequestrati dieci grammi di droga e un arresto, mentre è caccia al complice che è riuscito a scappare.

La retata

Il servizio si è svolto in località Santa Cristina nel comune di Grotte di Castro e ha visto impiegati circa 30 militari, tra carabinieri della compagnia di Montefiascone e del reparto operativo del comando provinciale di Viterbo. Con un'operazione "a tenaglia" è stata circondata l'area ed è stato bloccato uno dei presunti spacciatori, mentre un secondo uomo è riuscito a darsi alla fuga nella fitta vegetazione: le ricerche sono ancora in corso. Il fermato, invece, è stato poi arrestato: si tratta di un 35enne marocchino, irregolare in Italia, senza fissa dimora e già noto alle forze dell'ordine. Nove le dosi di droga, per un totale di dieci grammi, che sono state sequestrate e sottoposte ad analisi.

Una discarica a cielo aperto

La boscaglia versava in uno stato di degrado. "La bellissima zona di Santa Cristina - riportano i carabinieri - è stata trasformata, in spregio di qualsivoglia regola civile e morale, in una discarica cielo aperto". I militari hanno trovato rifiuti di ogni sorta: bottiglie di plastica, lattine, avanzi di cibo, scatolame vario, batterie d'auto e oggetti. "Testimoniano - aggiungono i carabinieri - la necessità di bivaccare sul posto per portare avanti l'opera di spaccio".

Le operazioni di pulizia sono state eseguite dai militari stessi. Non è la prima volta che i carabinieri di Montefiascone si prodigano in tal senso: si ricordano le operazioni condotte a Onano durante l'inverno. I rifiuti restanti, invece, sono stati raccolti per il successivo smaltimento che avverrà a opera del Comune di Grotte di Castro, avvisato dai militari.

Friano: "Fenomeno esiste perché cittadini comprano droga"

Ai carabinieri operanti va il plauso del comandante provinciale Massimo Friano. Oltre alla nota di apprezzamento ai militari per l'approccio professionale, si congratula per l'assenza di feriti: "Il terreno impervio su cui i carabinieri della compagnia di Montefiascone hanno operato oggi non è territorio facile. Questo servizio nasce anche dall'esigenza di garantire l'incolumità di tutti quei cittadini che intendono godere della naturale bellezza dell'ambiente. I carabinieri si battono quotidianamente, anche se duole dover ammettere che questo fenomeno dello spaccio nei boschi testimonia purtroppo la evidente esistenza tra i cittadini di un congruo numero di acquirenti che purtroppo con la loro condotta contribuiscono ad alimentare la devastazione dei nostri boschi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz dei carabinieri nel bosco: dieci grammi di droga sequestrati e un arresto, caccia al complice | VIDEO

ViterboToday è in caricamento