rotate-mobile
provincia Castel Sant'Elia

Palloncini e fiori bianchi per l'addio a Catalin: "Rimarrai sempre nei nostri cuori"

La basilica di Castel Sant'Elia gremita per i funerali del 16enne trovato morto dopo giorni di scomparsa ed estenuanti ricerche

Palloncini bianchi e uno striscione con scritto "Ciao Catalin, rimarrai sempre nei nostri cuori" ma soprattutto tanto dolore ai funerali di Catalin Balan, il ragazzo di 16 anni trovato morto a Castel Sant'Elia dopo giorni di scomparsa ed estenuanti ricerche.

Gremita la basilica di Sant'Elia. Sul sagrato una distesa di fiori bianchi. All'interno amici, compagni di scuola (Catalin frequentava il secondo anno di Ragioneria al Colasanti di Civita Castellana) e un'intera comunità. Tutti, ancora sotto shock e addolorati per una morte così prematura e che non trova spiegazioni, si sono stretti al dolore lancinante della famiglia. Di origini rumene, era molto conosciuta, stimata e ben voluta in paese. Dilaniati la mamma, il papà, le nonne, gli zii e i cugini.

Catalin Balan-2A Castel Sant'Elia è stato proclamato il lutto cittadino e il sindaco Vincenzo Girolami ha annullato tutti gli eventi natalizi previsti. Il funerale è stato celebrato con rito ortodosso. All'uscita dalla basilica il feretro è stato precedeuto dal papà di Catalin che stringeva al petto una foto del figlio. Tante le lacrime.

FOTOCRONACA | Funerali Catalin Balan

Chi lo ha conosciuto ricorda il 16enne come un ragazzo modello, che amava la musica e suonava la chitarra. Di lui non si avevano più notizie da domenica. Stando a quanto ricostruito, dopo essere uscito di casa si sarebbe incamminato verso località Pianavella percorrendo Rio Vicano, dove è stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza. Per questo le ricerche si sono concentrate soprattutto in quella zona. Il suo cellulare è poi risultato spento e irraggiungibile.

I soccorritori, la cui macchina si è messa in moto subito dopo la segnalazione e denuncia dei genitori, hanno fatto di tutto per trovare il prima possibile Catalin. In campo una task force composta da carabinieri, protezione civile, vigili del fuoco e unità cinofile. A loro si è unito anche un gruppo di cacciatori. Tutto inutile purtroppo. Martedì mattina il 16enne è stato trovato impiccato a un albero in un terreno non troppo lontano da casa e appena fuori dal centro abitato, tra Castel Sant'Elia e Civita Castellana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palloncini e fiori bianchi per l'addio a Catalin: "Rimarrai sempre nei nostri cuori"

ViterboToday è in caricamento