rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
COMMEMORAZIONE / Bolsena

Giuseppe Savastano, il carabiniere viterbese "ucciso per difendere la nostra libertà": Bolsena ricorda l'omicidio di 42 anni fa

Insieme a lui è stato assassinato il collega Euro Tarsili. Il vicesindaco Andrea Di Sorte: "Manteniamo viva la memoria di quei tragici giorni"

“Manteniamo viva la memoria di quei tragici giorni e di chi, nel difendere la nostra libertà, ha perso la vita”. Il vicesindaco di Bolsena Andrea Di Sorte in occasione della commemorazione del carabiniere viterbese Giuseppe Savastano ucciso insieme al collega Euro Tarsili 42 anni fa dai terroristi del gruppo “Prima linea”, a Monteroni d’Arbia in provincia di Siena, mentre fu gravemente ferito il maresciallo capo Augusto Barna. Il tutto avvenne durante un controllo di routine.

La cerimonia, che si è svolta il 21 gennaio, è iniziata con la messa alla basilica di Santa Cristina per proseguire con la deposizione di una corona di fiori al monumento dedicato a Savastano. Presenti l'assessora comunale alla Cultura Raffaella Bruti, il comandante della compagnia carabinieri di Montefiascone Stefano Angus Colusso, il comandante della stazione dei carabinieri di Bolsena Piergiorgio Scoparo, le delegazioni dell'Arma e dell'Aeronautica in congedo, i rappresentanti del gruppo comunale della protezione civile, della Croce rossa, del centro anziani, dell'Avis e della confraternita Misericordia.

"Ogni volta – ha aggiunto il vicesindaco Di Sorte – è una grande commozione partecipare e ascoltare il racconto dei fatti che portarono alla tragica morte di Savastano e Tarsili il 21 gennaio del 1982. Bolsena non potrà mai dimenticarli". "Dobbiamo a Savastano e Tarsili una infinita riconoscenza", ha affermato l'assessora Bruti che ha preso parte il 19 gennaio, in rappresentanza dell'amministrazione comunale, alla commemorazione a Monteroni d'Arbia. "Sono caduti per difendere la libertà e la democrazia. Il loro ricordo è un dovere imprescindibile da parte nostra, come istituzioni e comunità".

Savastano e Tarsilli sono stati decorati della croce d'oro al valor militare alla memoria. Il maresciallo Barna è stato insignito della medaglia d'argento al valor militare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giuseppe Savastano, il carabiniere viterbese "ucciso per difendere la nostra libertà": Bolsena ricorda l'omicidio di 42 anni fa

ViterboToday è in caricamento