rotate-mobile
DEPOSITO NAZIONALE / Montalto di Castro

Deposito Nazionale delle Scorie Nucleari: le associazioni si mobilitano per impedirne la realizzazione

Italia Nostra Onlus: "È stata presentata una documentazione con tutte le criticità ambientali, sociali ed economiche che comporterebbe la realizzazione del sito sul territorio"

Torna a riaffacciarsi la probabilità di ospitare sul territorio il "Deposito nazionale delle scorie nucleari", dopo che i 22 siti individuati nella Tuscia sono stati confermati da Sogin. Un dilemma che da più di un anno fa discutere le associazioni ambientaliste, la politica a tutti i livelli e i cittadini. Anche Montalto di Castro, in cui è situato uno dei 22 siti che potrebbero ospitare il deposito, sta cercando di sensibilizzare e informare attraverso incontri pubblici sul tema.  “Deposito nazionale delle scorie nucleari nella Tuscia? No grazie”. E' la presidente di Italia Nostra Onlus - Sezione Etruria di Tarquinia, Montalto di Castro e Canino, Marzia Marzoli, a dirlo. “Mercoledì 5 ottobre, dalle 16,30 alle 18,30, terremo al complesso San Sisto di Montalto di Castro un incontro pubblico delle associazioni ambientaliste e dei comitati sul tema del Deposito nazionale di rifiuti radioattivi e della Carta nazionale delle aree idonee (Cnai) – prosegue Marzoli -. È stata presentata una documentazione dettagliatissima con tutte le criticità ambientali, sociali ed economiche che comporterebbe la realizzazione del sito nel nostro territorio, ma non abbiamo avuto risposte, né dalla Sogin e neppure dal Mise. Alla luce di quello che sta emergendo, è fondamentale fare il punto della situazione e individuare tutte le strade percorribili per impedire la realizzazione del progetto. Invito i cittadini a partecipare e ringrazio la sindaca Emanuela Socciarelli per averci messo a disposizione la struttura”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Deposito Nazionale delle Scorie Nucleari: le associazioni si mobilitano per impedirne la realizzazione

ViterboToday è in caricamento