rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
provincia Onano

Spaccio nei boschi a Onano, blitz dei carabinieri: sequestrata cocaina e un machete

In località La Selva i pusher avevano messo in piedi un vero e proprio accampamento dove si recavano gli acquirenti, molti dei quali non più giovanissimi. L'area è stata liberata e riqualificata dai militari

Spaccio di droga nei boschi a Onano, i carabinieri smantellano una piazza gestita da giovani nordafricani. Blitz dei militari in località La Selva, dove è stata sequestrata cocaina e anche un machete. A entrare in azione i carabinieri delle stazioni di Onano, Acquapendente, Grotte di Castro e Valentano e del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Montefiascone che, in una località boschiva all'interno della riserva naturale “La Selva”, hanno documentato l'attività di spaccio.

L'operazione trova origine in un'attività antidroga nei mesi di agosto, settembre e ottobre. Il 9 agosto scorso i carabinieri hanno già arrestato un malvivente che, nella precipitosa fuga tra i rovi, avrebbe gravemente ferito uno dei militari intervenuti. Il proseguo delle indagini ha portato anche all'individuazione di diversi acquirenti: alcuni sono stati segnalati alla prefettura per la sola violazione amministrativa e altri denunciati per detenzione ai fini di spaccio.

I carabinieri hanno sequestrato circa 12 grammi di cocaina, un machete, un bilancino elettrico di precisione, strumenti per il confezionamento dosi e 2mila euro in contanti. "L'attività espletata - commenta l'Arma - ha evidenziato una platea di assuntori alquanto preoccupante per l'eterogeneità anagrafica, in quanto molti degli stessi non sarebbero giovanissimi".

Nel fine settimana i militari di Onano, di Valentano e della compagnia Montefiascone hanno cinturato un punto di spaccio con relativo bivacco, individuato anche grazie al contributo dei residenti, inserito nella riserva naturale della "Selva”, ai margini della strada comunale, nelle immediatezze dell'incrocio con la strada regionale 74.

I carabinieri, dopo un rastrellamento del bosco e dopo aver smantellato i manufatti di fortuna tirati su dagli spacciatori, hanno bonificato l'area interessata attraverso la raccolta differenziata dei rifiuti, che sono stati portati all'isola ecologica comunale dagli operai del comune di Onano. Così è stata restituita ai cittadini del piccolo comune della Tuscia l'area boschiva “La Selva” completamente ripulita e bonificata, ritornata al suo splendore originale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio nei boschi a Onano, blitz dei carabinieri: sequestrata cocaina e un machete

ViterboToday è in caricamento