rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
provincia Orte

Sembravano merendine ma era un chilo di droga, 32enne arrestato a Orte

I carabinieri hanno anche trovato nel portafoglio dell'uomo 800 euro

Sembrava una confezione di merendine ma era un chilo di hashish. La curiosa scoperta è stata fatta dai carabinieri della stazione di Orte durante un servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto e alla prevenzione del traffico di stupefacenti.

Fermato e controllato un 32enne di Sansepolcro, in provincia di Arezzo, i militari avrebbero notato un insolito nervosismo da parte sua. Così hanno deciso di perquisire lui e l'auto sulla quale viaggiava. L'uomo, però, li avrebbe anticipati consegnato spontaneamente un frammento di hashish. Nonostante ciò, la perquisizione è proseguita.

Nella tasca dello zaino poggiato sul sedile passeggero sarebbe stato trovato un involucro termosaldato di cellophane con la scritta di una nota merendina contenente dieci panetti, sempre di hashish, per un peso complessivo di un chilo. I panetti erano a loro volta suddivisi in altri panetti dalla forma rettangolare: dodici dal peso di 50 grammi cadauno riportante la dicitura “Tokio” e sedici riportanti la scritta “Shieravo” per un peso di 25 grammi cadauno.

Portato in caserma per ulteriori accertamenti, il 32enne sarebbe risultato in possesso anche di 800 euro, che i carabinieri hanno trovato suddivisi in banconote di vario taglio all'interno del portafoglio. L'uomo è stato arrestato, "avendo accertato - afferma l'Arma in una nota - la flagranza del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, desumibile dalle modalità di confezionamento e occultamento, il tutto riconducibile al tipico modus operandi di chi detiene sostanze stupefacenti per immetterle nell’illecito mercato".

L'arresto è stato convalidato nella giornata di ieri e l'uomo messo ai domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sembravano merendine ma era un chilo di droga, 32enne arrestato a Orte

ViterboToday è in caricamento