rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
provincia Bassano Romano

Bassano Romano, il sindaco Maggi nel mirino dei no vax: "Assassino nazicomunista"

Insulti in serie e una vignetta dal gruppo che si firma con la doppia V cerchiata dopo che il primo cittadino ha condannato l'imbrattamento di villa Giustiniani con una frase slogan

"Buffone". "Nazi sindaco". "Merda nazicomunista assassina". Il sindaco di Bassano Romano, Emanuele Maggi, è finito nel mirino dei no vax per aver reagito all'imbrattamento di villa Giustiniani Odescalchi. Su un muro del palazzo, sito di interesse storico - artistico del ministero della Cultura, nella notte tra sabato e domenica scorsi è apparsa la scritta: "Vaxate i bambini, siete mostri assassini". Uno slogan, realizzato a caratteri cubitali con vernice rossa, rivendicato a partire dalla presenza della doppia V cerchiata, tipico simbolo del gruppo no vax.

La reazione di Maggi

Maggi l'ha definito uno "scempio", un'azione "illegale", dal "metodo squadrista, incivile e volgare", annunciando querela. "Non si possono danneggiare così beni pubblici e monumenti storici - ha tuonato il sindaco di Bassano Romano -. È intollerabile che si obblighi a utilizzare i soldi dei cittadini per togliere scritte e simboli che non hanno la capacità e la forza di persuadere nessuno circa il messaggio che si vuole veicolare".

La vignetta contro Maggi

Vignetta no vax contro Emanuele Maggi

Da Telegram, primo incubatore di no vax, hanno iniziato a rimbalzare sui social messaggi contro Maggi. Il primo cittadino è stato trasformato anche in vignetta. "Sono un bugiardo criminale e voglio imporre la dittatura nazi-comunista", gli viene fatto dire. E in mezzo alla fronte gli è stata piazzata un svastica in cui si leggono parole come "Dittatura", "Guerra", "Paura", "Nato", "Covid pass", "Ricatto", "Menzogne", "Perbenismo", "Climatismo", "Recessione" e "Wef" che è l'acronimo in inglese di Forum economico mondiale.

Il messaggio contro Maggi

"Se la stessa preoccupazione che mostra per i muri storici la mostrasse per la vita delle persone, soprattutto per quella dei giovani e bambini che stanno morendo e si stanno ammalando a causa dei vaccini, sicuramente sarebbe più utile e salverebbe magari delle vite", punta il dito contro Maggi il gruppo no vax che si firma con la doppia V.

Il messaggio, partito dal loro canale Telegram, che si definisce essere "voce di lotta non violenta per la libertà e i diritti umani", prosegue: "Il suo far finta di nulla, la sua omertà, l'ipocrisia e la connivenza rispetto a un crimine enorme come il vaxgenocidio in atto sono tipici comportamenti di una merda nazicomunista assassina serva del wef-nwo (Forum economico mondiale - Nuovo ordine mondiale, ndr).

"È grave - continua ancora il messaggio - che un sindaco non capisca quali debbano essere le priorità di ciò che gli compete considerato il fatto che egli è la massima autorità sanitaria del territorio sotto la sua competenza. E dovrebbe quindi preoccuparsi di proteggere i cittadini dal veleno vaccinale invece che lagnarsi per dei muri con delle scritte che fanno quello che dovrebbe fare lui come sindaco e cioè avvertire dei pericoli enormi che si corrono iniettandosi quella merda tossica".

L'attacco a Maggi

Scritte no vax su villa Giustiniani a Bassano Romano-2

L'attacco a Maggi ha dell'incredibile anche perché, pur lasciando intendere di pensarla diversamente dai no vax, il sindaco ha condannato soprattutto l'imbrattamento di un bene pubblico e storico quale è villa Giustiniani, arrivando ad affermare: "Siete liberi di esprimere il vostro pensiero. Fatelo con metodi leciti, diffondendo materiale scientifico (se esiste in merito), aprendo blog, facendo riunioni, assemblee pubbliche, girate col megafono, fate partecipare le persone. Insomma, in uno stato democratico non mancano le possibilità. Ma queste utilizzate da voi non sono ammesse".

"Maggi, il nazi sindaco di Bassano Romano - è la replica del gruppo no vax - cerca di spacciarci che siamo ancora in uno stato democratico. Eh no "caro" buffone, uno stato democratico non ammazza volutamente i suoi cittadini imponendo un trattamento tossico e letale. Ci stanno ammazzando e lo fanno volutamente. Quindi tutte le sue considerazioni sono zero assoluto. La lista che fa delle possibilità "democratiche" è una pura buffonata. Quando lo stato censura e domina i mass media con una propaganda assurda quanto menzognera quelli citati sono solo ghetti".

I no vax si scagliano contro anche a un'altra frase di Maggi, ossia: "Con questi metodi squadristi, incivili e volgari non fate altro che irrigidire anche chi la pensa come voi". "Subito di sicuro accade - ribatte il gruppo -, ma perché non sanno cosa sta per capitare addosso a tutti. Quando le persone si renderanno conto della merda che gli arriverà addosso, come è accaduto a chi si è vaccinato e che ora approva i nostri metodi, si ricorderanno degli unici che lo gridavano sui muri e che hanno attuato fin da subito una strategia adeguata. Capiranno al volo il valore della lotta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bassano Romano, il sindaco Maggi nel mirino dei no vax: "Assassino nazicomunista"

ViterboToday è in caricamento