rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
CURIOSO EPISODIO / Oriolo Romano

Fugge dai domiciliari: "Non sopporto più mio fratello, meglio in carcere"

L'uomo ha chiesto di tornare dietro le sbarre per le continue liti con il fratello, ma i carabinieri non lo hanno potuto "accontentare"

Episodio paradossale a Oriolo Romano: un uomo ai domiciliari è evaso e ha iniziato a vagare per il paese chiedendo ai carabinieri di portarlo in carcere. Il motivo? Le continue liti con il fratello con cui convive forzatamente.

Quanto successo a Oriolo Romano non è, di certo, la prima volta che accade. Ma sono episodi che destano sempre attenzione. Se chi è in carcere desidera sempre di uscire, quantomeno il prima possibile, da dietro le sbarre, capita anche che c'è chi preferisca ritornarci, piuttosto che condividere i domiciliari con qualcuno poco gradito. E questa volta è successo a Oriolo Romano.

Protagonista della vicenda è un uomo, arrestato alcuni mesi fa, costretto a scontare la propria condanna nella stessa abitazione in cui vive il fratello. Una pena verso cui aveva già mostrato segni di insofferenza nei mesi scorsi, quando era stato segnalato sempre per inosservanza delle prescrizioni dell'autorità giudiziaria.

La scorsa notte la nuova evasione ha avuto risvolti particolari. Una pattuglia della stazione dei carabinieri di Oriolo Romano, impegnata nel controllo del territorio, ha riconosciuto l'uomo che, non curante degli obblighi, si era allontanato da casa. Alla richiesta di chiarimenti, ha detto di essere evaso perché non sopportava più la convivenza con il fratello e di voler tornare in carcere. Non potendo "accontentare" la sua richiesta, i militari lo hanno riportato a casa cercando anche di riconciliare i dissidi familiari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fugge dai domiciliari: "Non sopporto più mio fratello, meglio in carcere"

ViterboToday è in caricamento