rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
provincia Acquapendente

Il ritorno di due antiche fiere ad Acquapendente: quella delle campanelle e di mezzomaggio

Fissate le date dopo tre anni di stop a causa della pandemia

"Il comune di Acquapendente ha ricevuto il via libera dalla prefettura di Viterbo per organizzare l'antica fiera delle campanelle che si terrà, dopo tre anni di stop a causa della pandemia, domenica 16 aprile. Torna anche la fiera di mezzomaggio, in programma il prossimo 15 maggio nell'ambito della festa dei Pugnaloni, che sarà riorganizzata e ampliata con ben 27 nuovi posteggi la cui assegnazione verrà presto messa a bando". Gli annunci arrivano dalla stessa amministrazione comunale.

"Il consiglio comunale - prosegue il comune - ha approvato all'unanimità la delibera di modifica al regolamento di entrambe le fiere. La nuova planimetria consentirà di migliorare e valorizzare i due importanti e tradizionali mercati aquesiani, dando un concreto sostegno al settore del commercio ambulante".

L'antica fiera delle campanelle, a cui è associato anche un concorso per ceramisti e amanti della ceramica giunto all'undicesima edizione, si svolgerà nel centro storico di Acquapendente, dove saranno esposte e messe in vendita le caratteristiche campanelle artigianali in ceramica.

L'evento, che ricade la prima domenica dopo Pasqua, ha una storia secolare che la differenzia dalle tante fiere e mercati di provincia e deve il suo nome ai campanelli che in passato venivano appesi al collo degli animali per attirare l'attenzione dei possibili acquirenti. Facevano così intorno al 1150 anche i pellegrini diretti dal papa che, di ritorno dalla terra santa, sostavano in paese per barattare catenine e monili reperiti in Oriente con vettovaglie. Alle campanelle, in epoca moderna si sono affiancati utensili, suppellettili, mezzi agricoli, abbigliamento e oggettistica di ogni sorta.

Il ritorno dell'antica fiera delle campanelle è quindi un momento di grande rilievo per la valorizzazione della tradizione ceramica aquesiana, anche alla luce del recente ingresso di Acquapendente nella rete nazionale dell'associazione italiana Città della ceramica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ritorno di due antiche fiere ad Acquapendente: quella delle campanelle e di mezzomaggio

ViterboToday è in caricamento