rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
provincia Gallese

L'addio a Simonetta Pachella: "Un oceano di bene ha segnato la sua vita"

In tantissimi ai funerali della dirigente dell'istituto Orioli di Viterbo morta improvvisamente a 66 anni

"Un oceano di bene ha segnato la vita di Simonetta Pachella". In tantissimi ai funerali della dirigente dell'istituto Orioli di Viterbo morta improvvisamente a 66 anni. Nella chiesa di San Sebastiano a Gallese, il paese dove è nata, studenti, docenti, colleghi e amici. Del mondo della scuola, della politica e dei sindacati. Tutti a testimoniare, se ce ne fosse bisogno, la stima e l'affetto che hanno sempre nutrito nei suoi confronti.

Simonetta Pachella

"Simonetta - ha detto il sacerdote nell'omelia - è stata una dirigente e una docente ma prima di tutto una mamma, una nonna e una moglie". Il sacerdote la paragona si magi. "Sapienti che hanno avuto maestri da cui hanno ricevuto qualcosa e a loro volta sono diventati maestri di vita".

"La morte di Simonetta - ha proseguito il sacerdote - ci spiazza, frastorna, debilita. Siamo disorientati, perché è successo qualcosa di incontrollabile. Ma lei, come insegnante, cosa direbbe difronte a questo? Di ritrovare quella stella che ci riorienterà".

Funerali Simonetta Pachella-2

La chiesa, stracolma di persone, non riesce a contenere tutti. Davanti all'altare il feretro della dirigente, ricoperto da un cuscino di fiori bianchi e rossi e con sopra una foto di Pachella. Accanto un suo ritratto realizzato dagli studenti dell'Orioli.

Pachella, prima come insegnante di lettere in molti paesi della provincia, e poi come dirigente ha fatto dell'impegno, della dedizione e della sensibilità nei confronti degli studenti la cifra della sua vita. È stata, e così verrà ricordata, una mente aperta, una donna accogliente e di spessore, sensibile anche alle problematiche dei ragazzi speciali e che ha speso la sua vita tra le aule scolastiche. Si è distinta per la sua professionalità e per iniziative culturali e sociali.

Funerali Simonetta Pachella-4

Il suo impegno è sempre stato forte e a 360 gradi. Nel 2016 si era candidata come sindaca nella sua Gallese, dove oggi le è stato dato l'ultimo saluto. Sul sagrato della chiesa una distesa di fiori. All'uscita del feretro un lungo applauso e il volo di palloncini bianchi con un cuore rosso.

Pachella è stata stroncata da un malore domenica, mentre si trovava a Perugia. A nulla purtroppo è valsa la corsa all'ospedale Santa Maria della Misericordia del capoluogo umbro, il ricovero d'urgenza nel reparto di terapia intensiva e i tentativi di rianimazione.

FOTOCRONACA | I funerali di Simonetta Pachella

Pachella lascia il marito, i figli, le sorelle e i nipoti. Tra i presenti il questore Fausto Vinci: l'istituto Orioli, tra le altre cose, ha realizzato la sala per l'ascolto delle vittime di violenza negli uffici di via Romiti.

Al termine del funerale i ricordi degli studenti, degli insegnanti e dei nipoti.

"Siamo increduli - ha detto uno studente dell'Orioli -. Ha sempre aperto a tutti le porte della nostra scuola per dare a ogni alunno la possibilità di costruire il proprio futuro. Non si è mai abbattuta e persa d'animo nel darci tante opportunità di crescita. Siamo stati studenti privilegiati per aver avuto l'opportunità di parlare, riflettere e confrontarci con lei. Abbiamo conosciuto una persona straordinaria, di una dolcezza materna che verso di noi aveva un affetto incondizionato. Siamo grati di aver condiviso con lei un parte della nostra vita e i suoi insegnamenti non moriranno mai".

Gli insegnanti hanno ricordato Pachella come "una grande dirigente. Di una scuola complessa che ha saputo trasformare con grande umanità. È stata una ottima servitrice dello stato".

Ancora più umano il ritratto che ne hanno fatto i nipoti. "Indimenticabili le tue notti sui libri e il tuo impegno forte, costante e continuo. Hai coltivato i rapporti umani con cura, hai fatto atti d'amore che hanno costruito risultati. Nella nostra famiglia e in Gallese hai mantenuto salde le tue radici ma hai raggiunto ovunque migliaia di cuori. Con entusiasmo e amore hai sempre fatto scelte coraggiose. Sei stata, sei e rimarrai il nostro faro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'addio a Simonetta Pachella: "Un oceano di bene ha segnato la sua vita"

ViterboToday è in caricamento