rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
L'ULTIMO SALUTO / Bassano Romano

Giorgio Calcagni, oltre 300 persone all'addio: "Se ne è andato uno di noi, un fratello"

Un fiume di gente ai funerali del 40enne morto in un tragico incidente sul lavoro a Capranica. A Bassano Romano proclamato il lutto cittadino | FOTO e VIDEO

Per l'addio a Giorgio Calcagni l'abbraccio di due comunità. Quella di Capranica, di cui era originario e dove è tragicamente morto sul lavoro, e quella di Bassano Romano, dove viveva e che oggi si è fermata con la proclamazione del lutto cittadino nel giorno dei funerali del 40enne. Operaio ma soprattutto marito, padre e amico, davanti alla chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta c'era il suo volto ad accogliere le centinaia e centinaia di persone che si sono raccolte per dargli l'ultimo saluto. Più di trecento persone solo nella piazza del paese, la chiesa era gremita.

Giorgio Calcagni-2

A portare il feretro di Giorgio, con sopra fiori bianchi e la sciarpa della Amatori calcio di Bassano Romano, gli amici di una vita per cui lui era semplicemente "Pennetta". Lunghi applausi, ma anche volti segnati dal dolore e dalle lacrime, ancora increduli per una morte così improvvisa e prematura. A Bassano Romano, così come a Capranica, Giorgio era conosciuto, stimato e benvoluto da tutti. Lascia la moglie Silvia e una figlia di 14 anni. 

GALLERY | Funerali Giorgio Calcagni

Sul sagrato della chiesa è una distesa di fiori colorati. A celebrare i funerali il parroco del paese don Vianey Sanchez Perez. Dall'altare il sindaco di Bassano Romano Emanuele Maggi ha detto: "La morte di Giorgio ha unito tantissima gente, due paesi. Quanto accaduto ci deve far riflettere sul significato della vita, che è tanto e tutto, ma in un attimo non è più niente. Lasciamo perdere beghe e divisioni, perché alla fine ciò che conta è stare insieme in un grande abbraccio, essere comunità, ritrovarsi nella sofferenza. Bassano e Romano hanno il dovere di stare vicino alla famiglia. Senza amore, affetto, calore e vicinanza non c'è comunità. Una comunità che deve essere come aloe vera che accarezza, culla e abbraccia questa famiglia. Anche in futuro. Perché se ne è andato uno di noi, un fratello".

Funerali Giorgio Calcagni-3

A salutare Giorgio anche il volo dei palloncini colorati: bianchi, rossi e neri. E tante magliette verdi. "È la famiglia della Amatori calcio, squadra che per lui era tanto. Vedere questo colore è stato una carezza a una sofferenza collettiva".

Funerali Giorgio Calcagni-2

Giorgio è morto martedì 4 giugno in un incidente sul lavoro nella frazione Vico Matrino, zona industriale di Capranica, schiacciato da un escavatore. La tragedia intorno alle 14,30. Calcagni è stato subito soccorso dal personale del 118 giunto sul posto una volta lanciato l'allarme. Ma per l'operaio, nonostante le lunghe manovre di rianimazione dei sanitari, non c'è stato nulla da fare. Le cause e la dinamica della tragedia sono ancora in fase di accertamento e approfondimento: se ne stanno occupando i carabinieri. Dopo gli accertamenti sulla salma, effettuati ieri, il corpo è stato restituito alla famiglia per i funerali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorgio Calcagni, oltre 300 persone all'addio: "Se ne è andato uno di noi, un fratello"

ViterboToday è in caricamento