rotate-mobile
L'INTERVENTO / Caprarola

Caprarola: minaccia il suicidio con una bottiglia di vetro rotta, salvato dai carabinieri

Provvidenziale l'intervento dei militari che hanno poi affidato l'uomo al personale sanitario del 118

Minaccia il suicidio con una bottiglia di vetro rotta, il tempestivo intervento dei carabinieri ha sventato una tragedia a Caprarola.

L'aliquota radiomobile della compagnia di Ronciglione è entrata in azione dopo una segnalazione al 112. Il militare in servizio alla centrale operativa ha così inviato immediatamente la pattuglia nell'abitazione di un 46enne marocchino. L'uomo, ricostruisce il comando provinciale dei carabinieri in una nota, "con intenti suicidi e in stato di alterazione psicofisica, si è presentato ai militari armato di una bottiglia di vetro rotta".

Con prontezza, i carabinieri, usando lo spray al peperoncino, sono riusciti a calmare e a bloccare il 46enne che è poi stato affidato al personale sanitario del 118, rapidamente intervenuti dopo essere stati allertati, che lo hanno trasportato d'urgenza all'ospedale di Belcolle a Viterbo per le cure necessarie.

"Ancora una volta il lavoro di squadra tra le forze dell'ordine e i servizi sanitari ha dato i suoi frutti", commentano dal comando provinciale dei carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caprarola: minaccia il suicidio con una bottiglia di vetro rotta, salvato dai carabinieri

ViterboToday è in caricamento