rotate-mobile
CRISI DELLA PESCA / Montalto di Castro

Montalto di Castro, pescatori professionisti fermi da più di 2 mesi a rischio chiusura le attività

Foce del fiune Fiora completamente ostruita dalla sabbia, i pescherecci bloccati non possono arrivare in mare

Sono fermi da più di due mesi i pescatori alla Marina di Montalto di Castro. Una situazione drammatica che purtroppo sta generando allarmante preoccupazione tra gli operatori del settore della pesca che restano in attesa che la foce del Fiora "si stappi" lasciando un varco che permetta ai pescherecci di uscire in mare aperto.

Cosa sta succedendo

A causa delle mareggiate infatti la zona di scambio tra il mare e il fiume, ben visibile dall'ingresso alla Marina, risulta essere totalmente ostruita dalla sabbia spinta dal mare e i pecherecci non riescono a navigare e ad uscire dalla zona di stallo. Purtroppo la situazione non è nuova e gli operatori di anno in anno si trovano ad affrontare l'annoso problema del fermo forzato per cause forza maggiore. Disperati i pescatori professionisti che si trovano ad affrontare un grave ammanco nell'economia familiare oltre al rischio di trovarsi a dover chiudere definitivamente l'attività. 

Foce del Fiora-2

Soluzioni possibili

Da tempo ci si interroga su quali siano le migliori soluzioni per mettere i pescatori, profesionisti e amatoriali, in condizione di risolvere una volta per tutte il problema che rischia di compromettere in maniera grave il settore. Sono tanti i progetti, non ultimo un progetto sponsorizzato dalla Sales anni fa, che da tempo vengono portati sulle scrivanie della politica e che per ora non hanno ancora trovato accoglimento. In paese si vocifera della volontà di creare una darsena nella zona del parcheggio del Fiora, una soluzione che secondo alcuni poco inciderebbe positivamente sulla situazione perchè i pescherecci resterebbero comunque bloccati alla foce del fiume. Qualcuno invece pare stia pensando ad un porto da circa 400 posti barca che non solo consentirebbe ai pescatori di prendere il largo tutto l'anno, ma potrebbe essere anche un attrattore turistico importante.

Pesca in crisi Montalto di Castro

Il progetto del porto

L'associazione "Mare d'Amare" dopo aver interpellato un esperto pare stia mettendo in cantiere un progetto da presentare al più presto alla  politica per la realizzazione di un porto nella zona del Sanguinaro. " Sulla base del fatto che già più di 2 mila anni fa gli etruschi fecero una sorta di porto nella zona delle Murelle - ha spiegato il presidente dell'associazione Sergio Riccardi a ViterboToday - abbiamo pensato a un porto di facile realizzazione che possa essere funzionale ai pescatori, che a quel punto non avranno più il problema dell'accesso al mare, ma non solo".

Zona di attracco delle barche Fiora

I tre punti di forza del progetto

Il porto potrebbe quindi risolvere definitivamente la questione dell'accesso al mare, ma potrebbe diventare anche un attrattore turistico importante con i suoi 400 posti barca e quindi un punto di riferimento per gli amanti del mondo nautico che vogliono navigare tra Lazio e Toscana. In ballo ci sarebbe poi anche la questione "sicurezza" perchè portebbe diventare anche un punto di appoggio per gli operatori addetti alla sicurezza in mare. "La Capitaneria di porto attualmente ha una sede alla Marina di Montalto - prosegue poi Sergio Riccardi - ma è operativa da Civitavecchia e il nuovo porto potrebbe diventare una stazione operativa per la garanzia della sicurezza in mare". Il progetto inoltre andrebbe a "bonificare" la zona del Sanguinaro attualmente gravata dal ristagno delle acque putride del fiumiciattolo che in estate soprattutto diventano ricettacolo di zanzare e fonte di puzzolenti effluvi.

I vincoli e la realizzazione

Sarà ora compito dei tecnici capire se sia possibile realizzare il progetto che l'associazione Mare d'Amare ha commissionato sulla base anche di vincoli paesaggistici pre esistenti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montalto di Castro, pescatori professionisti fermi da più di 2 mesi a rischio chiusura le attività

ViterboToday è in caricamento