CARABINIERI / Civita Castellana

Panico alla festa di compleanno, spunta una pistola dopo una lite: "Ha premuto ripetutamente il grilletto"

Un 30enne è stato denunciato per detenzione di arma, percosse e minaccia ai danni dello zio

Panico durante una festa di compleanno a Civita Castellana, è spuntata una pistola dopo una lite che ha visto coinvolti zio e nipote. Stando a quanto ricostruito, nel corso del party in un locale pubblico un 30enne ha avuto un accesso diverbio con lo zio per futili motivi. I due sono stati separati da amici e parenti, ma successivamente il giovane sarebbe uscito dal locale e avrebbe preso dalla propria auto una pistola.

Secondo il racconto dei presenti ai carabinieri, poi intervenuti, l'avrebbe "alzata al cielo con fare minaccioso" e avrebbe "premuto ripetutamente il grilletto". Senza, però, esplodere colpi: la pistola sarebbe stata scarica o giocattolo. Il 30enne ha comunque creato il panico tra i partecipanti che hanno chiesto l'intervento dell'Arma. Ai militari della stazione e dell'aliquota radiomobile di Civita Castellana gli invitati hanno consegnato un caricatore in metallo, poi risultato appartenere alla pistola che, fortunatamente, era solo a salve.

Riportata la calma, il giovane, equadoregno, è stato identificato e perquisito dai carabinieri che, tra le altre cose, lo avrebbero trovato in possesso di alcune placche metalliche del ministero della Difesa di cui non avrebbe saputo giustificare il possesso e sono state sequestrate. Il 30enne è stato denunciato a piede libero per detenzione di arma in assenza di licenza, percosse e minaccia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Panico alla festa di compleanno, spunta una pistola dopo una lite: "Ha premuto ripetutamente il grilletto"
ViterboToday è in caricamento