rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
IN DIFESA DELLE DONNE / Tarquinia

Poliziotta presa a calci e pugni in testa per aver salvato una ragazza dalle botte del fidanzato

L'ispettrice è intervenuta anche se fuori servizio e ha fatto arrestare il ragazzo

Poliziotta aggredita a calci e pugni, era intervenuta per sedare una violenta lite tra una giovane coppia di conviventi nonostante fosse fuori servizio. È successo qualche giorno fa nel parcheggio di un centro commerciale di Tarquinia.

L'ispettrice, che fa servizio presso il commissariato della città etrusca, già conosceva i due ragazzi proprio a causa dei ripetuti maltrattamenti perpetrati da parte dell'uomo sulla fidanzata. Il ragazzo, che dalla violenza verbale sarebbe passato a quella fisica, aveva tra l'altro il divieto di avvicinamento ed era stato arrestato solo pochi giorni prima del fatto.

Anche in occasione del precedente arresto, le telecamere di sorveglianza avrebbero ripreso il giovane scagliarsi con violenza contro gli agenti prima di essere ammanettato e fermato. Diverso l'epilogo per l'ispettrice, che ha ricevuto una prognosi di 7 giorni a causa delle lesioni riportate dopo che l'uomo l'avrebbe ripetutamente colpita al volto e alla testa.

Il ragazzo avrebbe poi tentato la fuga, ma l'ispettrice è riuscita a chiamare i rinforzi e il giovane è stato intercettato e nuovamente arrestato.

Sono fino ad oggi 37 i provvedimenti emessi nella provincia di Viterbo per violenza di genere dall'inizio dell'anno, più una misura di sorveglianaza speciale. Inoltre l'autorità giudiziaria ha emesso 18 misure cautelari e convalidato 12 arresti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poliziotta presa a calci e pugni in testa per aver salvato una ragazza dalle botte del fidanzato

ViterboToday è in caricamento