rotate-mobile
provincia Acquapendente

Pugnaloni, trionfa il gruppo Torre san Marco

Festa grande ad Acquapendente. La classifica completa e il vincitore del premio "Giuria popolare"

Pugnaloni, trionfa il gruppo Torre san Marco. Si è aggiudicato il palio dell'edizione 2023 della storica festa di Acquapendente dopo che la giuria ha valutato la bellezza, l'originalità e la maestria nella realizzazione di tutti i mosaici di petali e fiori in gara. Il bozzetto è stato realizzato da Dorella Colonnelli. Capogruppi Marcello Poponi e Rossella Pieri.

GALLERY | Tutti i pugnaloni del 2023: le FOTO

La classifica delle opere realizzate vede, dopo la Prima equipe Torre san Marco, nell'ordine i gruppi Corte vecchia (Selecao), Sant'Anna (Gsa), Corniolo (Sas), Via del Fiore e Rugarella.

Pugnalone Torre San Marco-2

In totale hanno partecipato alla competizione quindici gruppi, ognuno dei quali ha presentato il proprio originale lavoro. Acquaviva, Barbarossa, Corniolo, Corte vecchia, Costa san Pietro, Porta della Ripa, Porta Romana, Rugarella, Sant'Anna, Santo Sepolcro, Torre Giulia De Jacopo, Torre San Marco, Via del Fiore, Via del Carmine, Via Francigena.

Tra i temi dei mosaici la guerra, la lotta alla mafia, l'amore universale e senza barriere, la forza della natura.

Pugnalone Corte vecchia-2

Al gruppo Corte vecchia (Selecao) è andato il premio "Giuria popolare". Una targa intitolata a Marco Ronchini, storica voce della premiazione dei Pugnaloni morto quest'anno.

Il signore di mezzo maggio 2024, ossia l'organizzatore della prossima festa dei Pugnaloni, sarà Daniele Lombardelli che prende il testimone da Michael Nardini.

Torre san Marco, vittoria dopo 10 anni

Nato nel 1966, il gruppo Torre san Marco dai colori bianco-azzurri ha ottenuto sette successi: nel 1968, 1969, 1972, 1990, 1999, 2013 e 2023. Dodici, invece, i secondi posti, l'ultimo dei quali lo scorso anno. Cinque i terzi posti, nove i quarti e sette i sesti.

La festa dei Pugnaloni

Pugnaloni

La festa dei Pugnaloni è un tradizionale evento folkloristico. Ha origini molto antiche e si tiene a metà maggio per celebrare la Madonna del Fiore, patrona della città. Durante i giorni di festa, le vie del centro storico di Acquapendente vengono addobbate con grandi pugnaloni: sono grandi composizioni realizzate con fiori, semi, foglie, cereali e altri materiali naturali. Queste opere d'arte floreali raggiungono altezze impressionanti e possono superare i 10 metri.

La tradizione dei Pugnaloni risale al XVIII secolo, quando le diverse contrade della città iniziarono a competere nella creazione dei pugnaloni per onorare la Madonna del Fiore. Oggi la festa è ancora caratterizzata da una competizione tra le contrade, ognuna delle quali realizza un pugnalone che rappresenta un tema specifico. Questi pugnaloni vengono giudicati da una giuria che valuta la bellezza, l'originalità e la maestria nella loro realizzazione.

Durante la festa si svolgono anche processioni religiose, spettacoli di musica e danza, sfilate in costume e una serie di eventi culturali e folkloristici. La città diventa un centro di animazione e festa, con turisti e visitatori che arrivano da ogni parte per ammirare i magnifici pugnaloni e partecipare alle celebrazioni.

La festa dei Pugnaloni è diventata nel corso degli anni un evento di grande rilievo per la città e per l'intera provincia. Attraverso questa tradizione gli abitanti di Acquapendente preservano e valorizzano la loro cultura e le loro radici storiche, offrendo ai visitatori un'esperienza unica e suggestiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pugnaloni, trionfa il gruppo Torre san Marco

ViterboToday è in caricamento