rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
provincia Civita Castellana

Rotatoria del Quartaccio a Civita Castellana: "Lavori finiti e traffico riaperto"

L'annuncio della Provincia di Viterbo. Terminato un intervento che durava da 40 anni: costo 350mila euro

A Civita Castellana completata la rotatoria del Quartaccio, che collega il comune alla frazione di Borghetto, Corchiano e alla Flaminia. L'annuncio è stato fatto dalla Provincia durante una conferenza con il presidente Alessandro Romoli. "Il problema - afferma - è stato definitivamente risolto. È stata già riaperta anche la viabilità".

Il dirigente del settore tecnico della Provincia Umbro Pasquini ha definito quella al Quartaccio "tra le rotatorie più pericolose della provincia, anche per l'elevata presenza di traffico dovuta al polo ceramico. L'intervento è costato 350mila euro e ha portato alla realizzazione di una rotatoria compatta che consente il passaggio in sicurezza anche ai grandi mezzi come autoarticolati e pullman. C'è una banchina transitabile, una nuova illuminazione che sarà attivata in settimana, una segnaletica rinnovata e l'installazione di dissuasori per un passaggio pedonale. Il completamento definitivo è previsto nell'arco di dieci giorni".

L'intervento andava avanti da una quarantina di anni e i lavori sono durati mesi. "A rallentarli - puntualizza Pasquini - la presenza dei sottoservizi e dell'acquedotto che da Fabrica di Roma arriva a Magliano Sabina".

Conferenza Provincia su rotatoria Quartaccio-2

Importante l'investimento che la Provincia sta facendo sulla riqualificazione delle arterie stradali, "grazie - sottolinea il presidente Romoli - a risorse che vanno dai finanziamenti del Mit all'avanzo di bilancio dell'ente. Abbiamo investito circa 2 milioni di euro all'anno, oltre ai fondi del Mit, e nella zona di Civita Castellana si è visto in modo tangilibe". Tra gli interventi previsti nei prossimi mesi c'è anche la "manutenzione straordinaria - anticipa Romoli - delle cunette, che versano in uno stato di abbandono da diversi anni, e del verde. Previsti, in questo senso, non solo tagli orizzontali ma anche verificali".

E ancora. "Stiamo intervenendo - aggiunge Romoli - anche sulla strada tra Civita Castellana e Castel Sant'Elia che verrà riaperta dopo il consolidamento del sedime stradale e siamo nella possibilità di ripartire con il cantiere sul ponte di Vulci, con un intervento di 700mila euro".

Romoli, inoltre, rivendica la riapertura di strada Acquabianca dopo "la complessa risoluzione di un problema tecnico - giuridico che non consentiva l'avvio dei lavori".

Inoltre, il dirigente Pasquini annuncia anche la "riapertura a breve del ponte sulla litoranea tra Tarquinia e Montalto di Castro".

Lavori e interventi stradali che vanno di pari passo anche con il "potenziamento degli uffici provinciali. Il personale - ammette Romoli - non è sempre sufficiente, ma sono stati banditi una serie di concorsi che da qui ai prossimi mesi porteranno a 54 nuove assunzioni. Non solo nel settore della viabilità ma anche dell'edilizia e dell'ambiente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rotatoria del Quartaccio a Civita Castellana: "Lavori finiti e traffico riaperto"

ViterboToday è in caricamento